Fis Master Cup: duello Austria-Italia

Di Di Enrico Ravaschio - Foto Carpe Diem - Abetone Sport

Nella seconda giornata di gare della Fis Master Cup all’Abetone, gli Azzurri hanno duellato in quasi tutte le categorie con il Wunderteam

Abetone 3 dicembre 2017, FIS Master Cup, secondo giorno. Splendida giornata, meteo e pista perfetti, assoluto rispetto dei tempi = tutti soddisfatti. Nelle nuove regole in vigore da questa stagione c’è quella che indica in 150 il massimo dei concorrenti sulla stessa pista. Rispettosamente, a quanto sopra, gli organizzatori hanno predisposto due percorsi separati nei due giorni di gara. Partenza del Gruppo B, i più numerosi (sono 85), alle ore 9.30 e poi ritracciatura, ricognizione e via ai Gruppi C e A. Gara si parte con la categoria Ultra 85, Alberto Corsi e Nello Calmanti.

Calmati e Corsi

Vere “forze della natura” Alberto ha vinto tutto il “vincibile” e vince anche oggi e avrebbe vinto anche nella categoria più giovane; Nello lo segue in classifica ma non molla visto lo spirito ineguagliabile di cui è dotato. Tocca poi ai B11, vince l’austriaco Viktor Sodamin ma il nostro Gianfranco Guastini è al secondo posto. Assoluta supremazia italiana nella B10 dove abbiamo un podio tutto italiano; al primo Bruno Pachner e secondo Gianfredo Puca, nella gara di ieri l’ordine d’arrivo era invertito e la vittoria di Gianfredo ha contribuito a scatenare il desiderio di rivincita di Bruno. Dopo la brutta caduta di ieri, dovuta all’aggressività assommata alla poca visibilità bellissimo terzo posto per Claudio Giovanardi, vicino ai tempi dei primi due e davanti all’austriaco Ruecker. Categoria B9, Austria e Germania sui primi due gradini, ma il nostro Erich Pernter riesce brillantemente ad ottenere il terzo posto in una categoria dove gli Italiani erano in minoranza. Anche nella B8 ci sono 8 italiani e 11 stranieri, primi due sono austriaci ma al terzo c’è un brillantissimo Valerio Locatelli, quarto si inserisce un francese e poi un trittico tutto italiano, Piercarlo Silva, Enrico Rossi e Massimo Panzani. La categoria B7 con 21 partenti ha un podio tutto italiano, Hermann Oberlechner, vince e fa il miglior tempo dei nostri, poi Ivan Vitali che risolti i problemi dello scorso anno ritorna alla grande e, dietro di lui a soli 4 centesimi, l’altrettanto brillante Paolo Baroni.

Da sinistra, Vitali, Oberlechner e Baroni

Chiude il Gruppo e questa prima gara, la categoria B6, dove vince l’austriaco Gottfried Ascher che realizza anche il miglior tempo della pista; assieme a lui, sul podio due italiani, il valdostano Alfredo Gualla

Renzo Del Tredici

ed il toscano Renzo Del Tredici e poi, a testimoniare un ottimo risultato di nazione, anche la medaglia di “legno” per Fausto Puppini. Al termine, sistemata la pista, comoda ricognizione per gli atleti dei Gruppi C e A ed alle 11,15 partono le prime concorrenti. È la nostra Anna Fabretto Martinelli che dà il via vincendo la categoria. Nella C9, come ieri, l’austriaca precede la nostra Marcella Castellano. Non abbiamo italiane nella C8 ma nella C7 ne abbiamo due entrambe sul podio, vince Helga Runggaldier e terza Alessandra Andreini. Nuovo trionfo per le italiane nella C6, sempre al vertice Silvia Giacosa,

Silvia Giacosa

migliore delle italiane, poi Marina Capretta e Doranna Melegari. Podio anche nella C5 con Roberta Persico al secondo posto. Nella categoria C4 ci ha pensato Alessandra Pietroni dello Sci Club Marzocco, a portare un po’ di Tricolore sul podio con un ottimo terzo posto, nonostante un’antipatica influenza che le ha un po’ tagliato le gambe. Non avevamo altre italiane nelle categorie più giovanili, come sempre da tempo un po’ meno partecipate. Partono i concorrenti del Gruppo A, i più giovani e performanti, all’interno del quale c’è un acceso confronto anche per la supremazia di Gruppo, giustificato dalla maggior uniformità di prestazioni. In questo gruppo la fascia di età va dai 30 ai 50 e le prestazioni sono abbastanza simili, mentre nel Gruppo B si va dai 60 ad oltre 85 e, inevitabilmente, saranno sempre i più giovani a primeggiare.  Categoria A5, vince la “svizzero di Cortina” Roberto Siorpaes, difficile per i nostri, solo Rolando Galli riesce ad inserirsi al quinto posto fra sette atleti di Austria Svizzera e Cekia, poi altri due italiani nei 10, sono Mauro Lapucci e Luca Conti. Se negli A3 abbiamo un po’ sofferto va bene fra i più giovani del gruppo, abbiamo primo di categoria e miglior tempo assoluto un Luca Novi già

Luca Novi

in grande forma, seguito da Carlo Degli Esposti che sale sul secondo gradino degli A4; dietro di loro America, Slovenia e Francia. Chiude il Gruppo la categoria A3 ed anche qui va bene per noi perché, al primo posto, c’è l’altoatesino Ewald Pixner, che completa l’assoluta con il secondo tempo a 26 centesimi da Luca Novi (nella foto di apertura, in azione)

 

 

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA 04 dicembre 2017
Tags
Ultimi articoli