I “New Talent” della Val Gardena

Di Marco Di Marco

Progetto di sponsorizzazione per le giovani leve gardenesi dello sci Azzurro. Ecco chi sono i prescelti

La Val Gardena anche quest’anno ha scelto di sponsorizzare gli atleti e le atlete della valle nelle discipline sportive in cui sono impegnati a gareggiare. A sovraintendere le giovani promesse dello sci azzurro la veterana Verena Stuffer, che già “veste” la Val gardena da diverse stagioni. Il piano di sponsorizzazione, infatti, prevede una sezione chiamata “New Talent”, dedicata proprio ai nuovi talenti del panorama sciistico gardenese, che faranno parte della formazione dello sci alpino femminile e maschile nella stagione 2017/2018. Ecco i prescelti:

Verena Stuffer
Originaria di S. Cristina, classe 1984, Verena fa parte delle squadre nazionali dal 2002 e gareggia in Coppa del Mondo nelle discipline veloci (nel 2014 è arrivata 4° nel SuperGigante di Cortina d’Ampezzo). Ha partecipato alle Olimpiadi di Soci 2014 (11ma nel SuperG e 14ma nella discesa libera) e ai Mondiali di St. Moritz 2017 (19ma nella discesa libera). Il suo piatto preferito è la pizza, le piace lavorare a maglia, passeggiare in montagna per godersi la natura e viaggiare per conoscere posti nuovi.
Verena dice: “Ho iniziato a sciare a 3 anni e mezzo al Monte Pana, avevo la pista davanti a casa: ho imparato da mio padre, maestro di sci, e dai miei fratelli maggiori. Quando ho iniziato ad andare a scuola, appena rientravo mettevo gli sci e passavo tutto il pomeriggio sulle piste, con mia madre che mi guardava dalla finestra per controllare che non mi allontanassi troppo. Consiglio a tutti di venire a visitare la Val Gardena perché offre il più bello spettacolo della natura, ci si può immergere nelle tradizioni e nelle usanze, nei paesaggi mozzafiato ed eliminare lo stress quotidiano: chi ci viene una volta, ci tornerà sicuramente”.

Nicol Delago
Classe 1996, la bella Nicole ha debuttato in Coppa Europa nel 2014 e in Coppa del Mondo del 2015: dalla scorsa stagione fa parte a tutti gli effetti della squadra nazionale ed è risultata quarta nella graduatoria di discesa libera del circuito europeo. Ama andare in bici, arrampicare, giocare a beach volley e i piatti preparati dalla nonna come i canederli allo speck e il Kaiserschmarren.
Ho iniziato a sciare a 2 anni sul Monte Pana – dice Nicole – con mio papà, che mi ha trasmesso la passione per questo sport. Sono cresciuta sulla neve e la valle e le sue piste differenti mi hanno permesso di vivere questo sogno e di fare ciò che amo. Lo sci per me è una scuola di vita, ti forma il carattere e ti fa diventare la persona che sei, ti insegna a vincere e a perdere, nello sport e nella vita. Consiglio a tutti di vedere prima o poi un tramonto o un’alba sulla Gran Cir, di fare il giro del Sassolungo o raggiungerne la cima, di fare il Sellaronda anche d’estate in mountain bike. La mia pista preferita è la Saslong, a pochi passi da casa mia: qui ho messo per la prima volta gli sci lunghi da discesa e ricordo che mi ero divertita moltissimo. Tuttora sfrutto la pista e le gobbe la mattina presto per qualche discesa in cerca della velocità”.

Nadia Delago
Nata il 12 novembre 1997, Nadia fa parte del gruppo Coppa Europa Femminile Polivalenti. Ha iniziato a sciare a 3 anni al Plan da Tieja insieme al papà.
D’altra parte – commenta Nadia – in famiglia sono tutti appassionati di sci e quindi mi hanno trasmesso questa passione. Da piccola abitavo vicino allo skilift e trascorrevo inevitabilmente tutti i miei pomeriggi sciando. D’estate amo andare alla montagna Pic, che si trova di fronte a casa mia mentre d’inverno mi piacciono le piste della Dantercepies perché hanno tutte le caratteristiche giuste per allenarsi: consiglierei a tutti di visitare la Val Gardena in entrambe le stagioni perché offre tante possibilità di divertimento sportivo ma anche di relax. I miei hobby? Equitazione, il volley, nuotare e fare lunghe partite di watten, un popolare gioco di carte molto diffuso in Alto Adige”.

Vivien Insam
Questa per Vivien, classe 1997, è la prima stagione nel Gruppo della Coppa Europa Polivalenti.
Vivien dice: “Ho iniziato a sciare a 3 anni su un pendio davanti a casa con mio fratello e i miei cugini – dice Vivien. Lo sci è una vera passione, è il mio futuro e la mia professione: mi ha insegnato tante cose belle e utili per la mia vita in ogni campo e farò il possibile per continuare in questo mondo. La Val Gardena è il mio posto preferito sia d’estate che d’inverno. Mi piace tutto, le montagne, i boschi, l’aria fresca, la cucina (soprattutto i kaiserschmarren della mia nonna). La pista che amo di più è la Dantercepies, che ha vari pendii ed è quella sulla quale scio spesso con i miei genitori quando sono a casa, ma mi piace anche la Saslong per i suoi difficili cambi di pendio. Per chi visita la Val Gardena per la prima volta consiglio di vivere la montagna con rispetto e poi sarà lei a regalare le emozioni più belle”.

Teresa Runggaldier
Nata il 12 aprile 1999, Teresa è la figlia di Peter Runggaldier, ex discesista di Coppa del Mondo. Nel 2017 ha esordito in Coppa Europa classificandosi 27esima al suo esordio nella discesa libera di Saalbach.
Anche Teresa ha iniziato sulle nevi di casa con il papà: “Sì, vero, avevo 4 anni, è lui che mi ha trasmesso la sua grande passione, assieme a mia zia. Mi divertivo tantissimo a sciare sulla pista che si trovava a due passi da casa mia. Lo sci per me è gioia, poter sciare significa avere tutto: per me è lo sport più bello che esiste al mondo. La Val Gardena è il mio luogo del cuore: d’inverno ho a disposizione le piste da sci più belle e d’estate posso fare lunghe passeggiate in montagna. E vado ghiotta dei canederli fatti in casa che mi prepara mia nonna… La mia pista preferita? La Saslong di S. Cristina, dove ogni anno si svolge la discesa di Coppa del Mondo”.

Alex Vinatzer
Alex, diciassettenne originario di Selva, è stato convocato per la Coppa Europa (Slalom e slalom gigante) 2017, dopo aver trionfato al Festival Olimpico della Gioventù in Turchia, con un oro in gigante e in slalom speciale. Ha una passione per il ping pong e per il salto del trampolino. Ha iniziato a sciare a 3 anni e mezzo prendendo lezioni di sci. Il suo piatto preferito? Il risotto con i finferli di casa sua.
Alex dice: “Non mi piaceva sciare e il maestro doveva darmi un pezzo di cioccolato dopo ogni giro per farmi continuare. Oggi lo sci significa tanto per me: è un piacere e un hobby”. Della Val Gardena dice: “Mi piace la calma, i panorami, il fatto che ci si conosce quasi tutti. Il mio posto preferito in inverno è Sai Uedli perché la sera si vede tutto il paese illuminato, d’estate lo Stevia, dal quale si gode un bellissimo panorama, e mi piace molto il sentiero che si deve fare per arrivarci. La pista che amo di più è la “3” del Ciampinoi , perché è sempre ben preparata e ha dei bellissimi cambi di pendenza. A tutti quelli che non sono mai stati in Val Gardena consiglio di andare a sciare al Piz Sella: le piste sono larghe, belle, facili e la vista sul Sassolungo è mozzafiato”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA 19 settembre 2017
Tags
Ultimi articoli