Cervinia: via alla 13a Maxiavalanche

Di Marco Di Marco

Tutto pronto a Cervinia per i bikers più spericolati impegnati in una gara downhill che parte dal Plateau Rosà e arriva in paese. Domenica 30 la finale

Domenica 30 luglio prenderà il via la tredicesima edizione della Maxiavalanche, l’unica gara di ruote artigliate “downhill” che parte da un ghiacciaio, quello di Plateau Rosà (mt. 3.500) e arriva in paese, a Cervinia (mt.2.050), coprendo un dislivello negativo di 1.500 mt. per un totale di percorso di 10 km., di cui 2 sulla neve. Saranno oltre quattrocento gli iscritti, provenienti non solo dall’Europa, ma anche dall’America e persino dall’Australia.

Del resto il successo della  gara sta proprio nella particolarità di questo tracciato, fiore all’occhiello del “BIKE PARK DEL CERVINO”che, in situazioni tecniche e meteo favorevoli, viene aperto anche al grande pubblico degli appassionati di MTB, che hanno così la possibilità di cimentarsi sulla stessa pista della “Maxiavalanche”.

Alcuni nomi tra  Top Riders che si contenderanno il podio: il francese Nicolas QUERE, campione di Francia specialità Enduro 2016 e 2017, lo svizzero Gustav WILDHAVER, specialista di discesa , (4° posto alla Megavalanche dell’ Alpe D’Huez 2016), l’italiano DavideSOTTOCORNOLA specialista di superenduro e che farà di tutto per difendere il podio a casa sua ( 4° posto alla Megavalanche della Réunion 2016), tutti e tre dovranno comunque difendersi dagli outsider che quest’anno sono particolarmente in forma tra cui: Jordan REGNIER ( 3° posto alla Maxiavalanche di Vallnord ), Youn DENIAUD (5° posto a Vallnord 2017 e 4° psto a Cervinia nel 2016) e il talentuoso Kilian BRON.

I riders che potrebbero però creare anche qualche sorpresa sono i francesi Luca FRIGOUT, Clement CHARLES, l’inglese Andy HYAM, lo juonrio blega Sam WELSH e altri specilisti enduro italiani come Marco MILIVINTI, Marco TAGLIAFERRI, Marco MAZZI e Marco FUMAGALI. Nelle donne la  super favorita è francese Estelle CHARLES, che ha appena conquistato il 2° posto a Valnord. Un’altra grande conferma è la presenza in gara della forte atleta Ligure Gaia Ravaioli, vincitrice quest’anno della prestigiosa competizione internazionale 24h Wembo e del titolo di campionessa mondiale, tenutasi a Finale Ligure i primi di Giugno 2017.

Edizione, quest’anno, con una grossa novità, con l’introduzione  di una gara di MTB a pedalata assistita e che (ri)propone lo stesso percorso, anche in salita! (Cervinia – Cime Bianche Laghi e successiva discesa al Breuil), delle qualificazioni di sabato 29 luglio per la  finalissima di domenica 30 luglio, il favorito della specialità Kenny MULLER, il boom di vendita delle bici con pedalata assistita ha fatto sì che gli organizzatori della manifestazione “aprissero” anche a queste particolari biciclette, mettendo in calendario due giorni di competizioni denominati “E-Bike Serie By Loisirbike 2017”, con qualifiche nella giornata di sabato e due manche finali domenica.

Oggi ha avuto luogo il prologo con la ricognizione dei concorrenti sui tracciati di gara, quindi domani è prevista la sessione di prove ufficiali e le qualifiche per il gran finale di domenica,. Domanio sabato 29 luglio i concorrenti partiranno dal tracciato “Trail 2” di Cime Bianche Laghi (mt. 2.900) per raggiungere il traguardo di Cervinia, posizionato nel centro della via pedonale. La finalissima si disputerà invece su due prove, tutte sul mitico percorso che da Plateau Rosà raggiunge la zona del Bontadini e successivamente quella di Plan Maison, prima del traguardo di Cervinia, per un totale di 10 chilometri di discesa che fa di questa gara una delle più lunghe in assoluto.

Domenica dalle ore 14:00 alle 16.00 presso la piazzetta della chiesa, ci sarà un’ esibizione di Bike Trial dell’atleta DELFINO ALESSANDRO della BICICLETTERIA DELFO DI AOSTA (foto allegate): la bici da trial è caratterizzata dalla mancanza di sella, oppure se è presente è particolarmente piccola. La ruota posteriore è da almeno 2,5 pollici di larghezza, con gomme formate da un miscela un po’ più morbida rispetto a quelle normali, per mantenere una maggiore stabilità, per attutire meglio gli impatti scendendo da muri, alberi e rocce e avere maggiore attrito sul suolo. La ruota anteriore è invece da 2 pollici, per favorire la leggerezza e la stabilità in palleggio sulla ruota posteriore. Il manubrio è molto largo e ha una forma semi inarcata per mantenere controllo sulla bici e permetterne una buona manovrabilità.

La Maxiavalanche è organizzata dalla società impianti CERVINO S.p.A. e gode  del patrocinio della REGIONE VALLE D’AOSTA e del sostegno del COMUNE DI VALTOURNENCHE.

Prenotazioni alberghiere:  Consorzio Cervino Turismo, tel. + 39 0166  940986 info@breuil-cervinia.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA 28 luglio 2017
Tags
Ultimi articoli