Festa Nazionale Master: day 3

Di Enrico Ravaschio - Foto Zoom Dolomiti

Giornata di chiusa ( e più festaiola) per l’evento organizzato dal Guastalla. Un gigante sulla pista dell’Agnello di Pampeago tra conferme e sorprese

Terzo giorno più festaiolo, c’è più tempo per dormire perché la gara parte più tardi, anche in questo il Guastalla è avanti, ha recepito che sempre più atleti apprezzano “una sola gara al giorno”. Anche oggi Pampeago è uno splendore, le piste fresate e lisciate, ci fanno sentire tutti campioni che sciano “benissimo”. Se ieri è stato tanto il cibo preparato dai meravigliosi componenti il Gruppo Guastalla, oggi il lavoro inizia presto e durerà molto, al villaggio ci sono tutti e ci vogliono restare, è proprio una gran “Festa Master”, assolutamente “Nazionale” perché le presenze vanno dal nord al sud e da est a ovest della penisola. Ai tanti master presenti oggi si aggiungono tanti giovani e senior, daranno spettacolo e, naturalmente, realizzeranno i due migliori tempi della pista, il miglior A ed il miglior B sono subito dopo, ma andiamo per ordine iniziando dalle donne. Oggi Chiara Pedroni è incontenibile e si permette l’assoluto davanti anche alle giovani, come non complimentarsi con chi, in 5 gare, è stata seconda una sola volta? Brava Chiara! Secondo tempo, vicinissima, a 2 centesimi da Chiara è: Denise Rigo, sc Gallio, atleta completa e tecnicamente ben impostata. E, subito dopo, la giovane atleta di casa: Martina Piazzi, US Dolomitica, la terza di gruppo D, è ancora una volta: Martina Checcarelli, Prato Play, un solo assoluto non fa certo perdere il sorriso alla simpatica Martina ma tecnica e forza ci dicono che i risultati arriveranno. Dall’altra parte del “calendario” un doveroso omaggio alla: Lucilla Perini, ASE Catinaccio, categoria D10, sempre brava e davanti ad atlete molto più giovani. Nel Gruppo B, forte di 54 atleti al via si ripete nuovamente: Gianfranco Setti, Ski Team Alto Garda,

Gianfranco Setti, sempre primo dell’assoluta di Gruppo C

assolutamente il migliore, netto il suo vantaggio, questo sarà definito: l’anno del Setti, ha iniziato a farsi notare vincendo il Campionato Italiano e sta continuando a macinare risultati, vedremo a fine stagione dove arriverà. Secondo tempo di Gruppo all’altoatesino: Friedl Raffeiner, ASE Catinaccio,

Friedl Raffeiner, secondo tempo di Gruppo C

sempre più costante nelle prestazioni dopo l’infortunio dello scorso anno, con questa prova ci dice che è tornato e che gli avversari stiano in guardia. Seguono, nella generale di Gruppo, due atleti friulani, del Cimenti Sci, sono il Campione Italiano della specialità: Gianni Ursich e Giancarlo Veritti, costantemente fra i primi in tutte queste gare.

 

Gianni Ursich, terzo tempo di Gruppo C.

Giancarlo Veritti, tre giorni sempre al vertice

Dopo questi primi 4 ci sono: Karl Pichler, ASC Eggen e Paolo Baroni, Prato Play, poi la bella sorprese della giornata, l’inserimento di Antonio Zecchini, sc Marzotto, fra i primi del gruppo, non capita spesso che ci sia un C9 fra i primi, doppiamente bravo Antonio. Nel Gruppo B si ripete: Andrea Gajer, sc Alpe 2000, tecnicamente perfetto, atleticamente potente Andrea è sempre stato fra i primi. Secondo tempo per un altro grande dello sci, espressione della tecnica che trasmette ai suoi allievi è: Luca Zini, US Asiago sci,

Luca Zini, sempre sul podio dell’assoluta del Gruppo B.

bravo ieri in slalom ed oggi in gigante. Terzo è: Carlo Degli Esposti, sc Cortina, non c’era nelle gare precedenti ma si è fatto notare in questa. Due trentini al 4° ed al 5°, sono: Daniele Bernardi, Val Di Fiemme Ski Team

Daniele Bernardi

e Paolo Felicetti, US Dolomitica, bravissimi anche perché inseriti in una classifica stretta stretta, 5 nello spazio di un secondo. L’assoluto di pista master è per: Alessandro Lonardi, CAI Schio 1910,

Alessandro Lonardi, in assoluto il migliore tempo dei Master

Gruppo A, saranno solo due senior a precederlo ma il suo è un tempo di tutto rispetto e la tecnica si vede nella foto. Due altoatesini dopo Alessandro, nell’ordine sono: Egon Kaser, Amateur Sportverein,

Egon Kaser, secondo del Gruppo A.

anch’egli tornato ai massimi livelli dopo l’infortunio e Gerhard Eisath, ASC Eggen. Doverosa citazione per gli unici due atleti scesi sotto il minuto di gara, entrambi senior, sono stati: Julian Kritzinger, Seiser Alm Ski Team e Filippo Conti, umbro marchigiano dello sci club: Chewingum, quasi all’opposto, come provenienza ma molto vicini come bravura, 29 centesimi. Dopo l’agonismo un piccolo spazio alla beneficenza perché sono stati raccolti 2.000 euro dalla vendita delle cuffie: A.I.S.M. (Ass. Italiana Sclerosi Multipla) che fa della ricerca un elemento fondamentale per trovare soluzioni di guarigione, queste offerte saranno raddoppiate dallo sci club Guastalla che passerà 4.000 euro, su www.festanazionalemaster.it avremo modo di verificare tutto e visionare le immagini di questi tre giorni. Doveroso chiudere con la classifica di Società, data dalla somma dei punti dei propri atleti nelle 5 gare effettuate, naturalmente come abitudine del Guastalla: Premiazione ricchissima. Questa la classifica delle prime 10:

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA 22 marzo 2019
Tags
Ultimi articoli