Ornello Sport

Di Geremia Vannetti

Nel negozio di Marco Pistoni ad Asola, piccolo centro nel mantovano, arrivano appassionati da tutto il mondo. Cosa vuol dire saper dare fiducia

Se pensi a un negozio di sci il primo nome che ti viene in mente è Ornello Sport. In un epoca in cui si sono perse tutte le certezze e tutti i punti di riferimento, quando si vuole andare sul sicuro un giretto ad Asola, piccolo centro in provincia di Mantova, ma strategicamente a pochi chilometri da Brescia, da Verona, Cremona e Parma, bisogna farlo. Ad aspettarvi ci sarà Marco Pistoni, conosciuto dai più come Ornello, in quanto molti lo identificano con il suo negozio.


«In realtà – ci dice Marco – Ornello è il nome di mio padre, grande appassionato di sci che frequentando la Valanga Azzurra e vivendo in prima persona quegli anni mitici mi ha trasmesso la sua passione per lo sci e per la preparazione dell’attrezzatura. Passione che ho coltivato fin da ragazzo imparando il mestiere dai più bravi skiman tra cui Beppe Bonseri. E poi da lì è stato tutto un divenire di esperienze, contatti strettissimi con atleti e con lo sci di alto livello che mi ha portato nel 1990 a inaugurare Ornello Sport dotato per quei tempi di un attrezzatissimo laboratorio per la messa a punto degli sci, diventato il punto di riferimento per moltissimi sciatori, atleti e club non solo della Lombardia ma anche di Veneto, Trentino ed Emilia».
Ma la vera svolta di Ornello Sport si è avuta nel 2000 quando Marco ha deciso di dedicarsi esclusivamente allo sci. E così, dall’inizio del nuovo millennio, il suo negozio/laboratorio iperspecializzato è diventato il paradiso degli sciatori.
Nel negozio di Asola l’unica lingua che si parla è quella dello sci.
Sci, scarponi, abbigliamento e accessori delle migliori marche sono a disposizione sia degli agonisti sia degli appassionati che qui sanno di trovare passione, competenza, qualità, prodotti di alto livello e non da ultimo, i consigli e l’esperienza di Marco che negli anni è diventato un vero e proprio guru, tanto che da Ornello arrivano sciatori non solo da tutt’Italia ma anche dall’estero. «Oltre a clienti delle nazioni dell’arco alpino – ci dice Marco – ho avuto clienti giapponesi e del Costa Rica, inoltre ho collaborato alla preparazione degli sci della nazionale femminile spagnola». L’attrezzatissimo e fornitissimo reparto racing è in grado di far fronte alle richieste degli atleti, adulti e junior, più esigenti con attrezzatura, preparazione sci e bootfitting di altissimo livello, mentre il reparto commerciale è in grado di soddisfare le esigenze di qualsiasi tipologia di sciatore. Aperto da settembre ad aprile Ornello Sport, è in grado di offrire già a partire da febbraio in anteprima gli sci della stagione seguente, questo grazie anche agli ottimi rapporti di Marco con le differenti Case e della fiducia che queste hanno nei suoi confronti. Non per niente è spesso chiamato come consulente nella messa a punto di sci e scarponi ancora prima che siano messi in produzione. Insomma un vero e proprio influencer che da oltre 20 anni organizza per i suoi clienti un vero e proprio test/anteprima sui materiali della stagione seguente sulle nevi di Passo Montecroce. Accanto a questa attività più tradizionale, negli ultimi anni è cresciuta molto la vendita online. Sul sito si trovano il forum (forum.ornellosport.com) molto seguito dagli appassionati e lo store (store.ornellosport.com) dove è possibile fare acquisti online. «I nostri prezzi – ci spiega Marco – sono i medesimi di quelli che si trovano in negozio e rimangono fissi, sconti compresi, per tutta la stagione per una questione di serietà nei confronti dei miei clienti». Serietà, competenza e servizi che hanno consentito a Marco, qui a sinistra, e a Ornello Sport di vincere lo Snow Industry Award 2017 come miglior Snow Shop d’Italia.

L’interno del negozio

Insomma Ornello Sport, un nome, una garanzia nel mondo della neve e di questi tempi non è cosa da poco. Tanto per non stare fermo Marco ogni anno si macina 12.000 chilometri in bici. «Ne vorrei fare di più, adesso – dice Marco – non ne ho il tempo. Per il momento la bici è la mia medicina e la mia passione, naturalmente dopo lo sci».

© RIPRODUZIONE RISERVATA 28 dicembre 2017
Tags
Ultimi articoli