Un modo di dire, un modo di essere, la difesa della tradizone e due personaggi che sono un po’ tutto questo: Francesco Bosco e Bruno Felicetti