MontagnaOnLine

Kässbohrer: La sfida della ricerca sulle piste del domani

Festeggiare cinquant’anni di storia e sentirsi pronti per il futuro è certamente la condizione migliore per un’azienda come Kässbohrer che in questi decenni è stata costantemente protagonista sulla neve con la creazione dei battipista PistenBully, leader mondiale nella prepazione delle piste.

È ancora fresco il ricordo della grande festa andata in scena il 29 marzo scorso  all’Alpe di Siusi per ricordare la geniale iniziativa di Karl Kässbohrer, figlio del fondatore dell’azienda di Ulm (Germania), che proprio nella località italiana ebbe l’idea che portò alla produzione dei primi modelli nel 1969.

Da allora è passata tanta neve sotto i ponti,  i PistenBully hanno conquistato il mondo con la forza della loro efficienza ed  affidabilità tradotta in una serie di modelli sempre più performanti, sempre più attenti alle esigenze dell’ambiente e sempre sintonizzati sull’imperativo dell’innovazione, incrociando le sfide e le opportunità che la tecnologia andava presentando.

Così  nel 2010 è nato SnowSat, il sistema satellitare di gestione della flotta e di valutazione delle coperture nevose che sta facendo clamorosi passi avanti e si è imposto come strumento fondamentale nella gestione dei comprensori sciistici; così in questo 2019, all’Interalpin di Innsbruck, è stato battezzato il PistenBully «100 E», il primo battipista totalmente elettrico con emissioni zero.

Insomma nel suo cinquantesimo anno di vita, l’azienda sta affrontando una serie di importanti sfide a cominciare dalla trasformazione digitale, poiché i processi e le esigenze cambiano sempre più velocemente.

Dipendenti motivati e ben addestrati, prodotti e servizi eccellenti con un orientamento illimitato al cliente sono l’offerta sempre più avanzata  che Kässbohrer, il suo presidente Jens Rottmair e tutti i collaboratori sparsi nel mondo mettono in campo nell’universo della montagna bianca preparando e preparandosi al futuro.

SNOWSAT: soluzioni certe per la gestione dei comprensori

Del nuovo SNOWsat si parla nei dettagli nella pagina seguente. Qui si tratta solo di ricordare come questo sistema offra soluzioni per il mondo dello sci digitale.

Indipendentemente da come altre aziende valutano il futuro degli sport invernali in termini di digitalizzazione, alla Kässbohrer ritengono che la tendenza attuale continuerà ad intensificarsi: collegamento in rete di tutti i dati di una stazione sciistica.

Da un lato, la digitalizzazione nel comprensorio sciistico apre innumerevoli possibilità, dall’altro richiede nuovi modi per registrare, controllare e gestire a livello centrale i numerosi processi del comprensorio sciistico.

SNOWsat offre soluzioni per il mondo dello sci digitale.

Un reale vantaggio competitivo per chi ne usufruisce.

PRO ACADEMY: una «scuola guida» ai massimi livelli di formazione

E’ un’accademia professionale di training per gestori, conducenti e tecnici guidata da Florian Profanter Le formazioni, indipendenti dal costruttore, possono essere erogate a persone private e aziende clienti.

Con tre ambiti di attività dell’accademia e diverse tipologie di corsi, PRO ACADEMY offre a tutti la formazione più adatta.

Sia per fornire conoscenze di base a utenti principianti sia per ricevere consigli individuali, grazie al sistema con vari livelli tutti possono sfruttare l’offerta secondo le proprie necessità.

Tutti i moduli pratici di training di PRO ACADEMY si svolgono nel rispettivo comprensorio sciistico e utilizzando i veicoli e gli impianti di proprietà.

Così i conducenti conoscono già i propri battipista, gli impianti e le piste nonché la zona in cui operano e possono pertanto concentrarsi completamente sui contenuti del training.

Poiché il training si svolge durante l’attività quotidiana, consente loro di non perdere prezioso tempo di lavoro e di preparare sempre le piste in modo perfetto per il giorno seguente.

Il sistema a tre livelli di PRO ACADEMY comprende diversi moduli di training strutturati gli uni sugli altri.

A seconda del tema i moduli possono essere costituiti da lezioni teoriche e/o pratiche oppure da comodi training online. Alla fine di un modulo o livello avviene un esame di verifica. I partecipanti che lo superano ricevono un attestato ufficiale di formazione (certificato).

PRO ACADEMY offre alle aziende clienti corsi speciali a integrazione del sistema a livelli. I contenuti di questi training sono orientati a esigenze e richieste individuali specifiche.

I corsi speciali si svolgono in loco nel rispettivo comprensorio sciistico e sono liberamente combinabili tra loro.

La tecnologia offre oggigiorno tutte le possibilità di preparazione delle piste nel rispetto dei costi e dell’ambiente, così come dell’utilizzo responsabile delle risorse del territorio.

Affinché i nostri clienti possano sfruttare tutto il loro potenziale e risparmiare costi, offriamo programmi individuali di consulenza e training con diversi aspetti peculiari.

Sul posto mostriamo come aumentare l’efficienza e la qualità del loro lavoro rispettando al contempo l’ambiente circostante.

PISTENBULLY: con il modello «100E» si entra nell’era dell’azionamento elettrico

Oltre alla digitalizzazione, l’altro tema principale del settore è la protezione dell’ambiente e del clima e la sostenibilità in montagna.

Kässbohrer è convinta che l’ambiente e la conservazione delle risorse saranno temi centrali del turismo invernale.

Per questo ha investito notevoli risorse nella ricerca per rispondere a questa domanda: si può ipotizzare di preparare le piste in un prossimo futuro al 100 % senza emissioni nocive?

All’INTERALPIN 2019 di Innsbruck PistenBully ha festeggiato il suo 50° anniversario fornendo la risposta a tale quesito con la presentazione ufficiale del primo battipista ad azionamento elettrico, il PistenBully 100 E: la risposta è un «sì, si può» .

Il primo passo verso questo risultato fu fatto addirittura nel 2012 con l’introduzione sul mercato del primo PistenBully 600 E+ ad azionamento misto diesel-elettrico.

La tematica della sostenibilità è da tempo in primo piano per Kässbohrer.

Pertanto non deve stupire se gli ingegneri di Kässbohrer abbiano concretizzato con il PistenBully 100 E ciò che prima era impossibile.

Del resto lo spirito innovativo e la passione dei collaboratori dell’azienda sono noti da tempo.

La tenacia in abbinamento alla propria affermazione come leader dell’innovazione e alla coscienza ambientale, non poteva che approdare ad uno studio di questo tipo.

Ora il traguardo è stato raggiunto: preparazione piste assolutamente pulita, senza gravare sull’ambiente.

La capacità energetica utilizzabile della batteria del primo PistenBully 100 E è di 126 kWh con tensione nominale di 400V.

Particolarmente interessante è il tempo di ricarica: la percentuale di SoC (State of Charge) corrisponde al 75 % dopo solo 5 ore.

La carica completa della batteria viene raggiunta dopo 6,5 ore. A titolo puramente teorico tale energia consente l’utilizzo del battipista per un periodo da 2,5 a 3 ore.

Il valore 100 per il PistenBully 100 E è un programma già solo in sé: 100 % privo di emissioni ma pur sempre un vero PistenBully al 100 %.

Come vero PistenBully, il 100 E ha già avuto successo sulla neve – e ha superato i primi test drive in modo molto convincente.

Adesso sarà la volta di una serie di test specifici e complessi, perché solo una tecnologia matura è in grado di supportare le elevate esigenze di qualità di Kässbohrer Geländefahrzeug AG.

Tutte premesse con grandi prospettive!