Attrezzatura

AnteprimaSci 2022-23: Fischer

RC4 WORLDCUP CT 

I modelli RC4 sono stati ideati insieme ai migliori atleti di Coppa del Mondo per garantire massima precisone e controllo: la nuova struttura degli sci consente agilità e precisione in ogni tipologia di curva grazie al multiraggio, oltre a stabilità e accelerazione assicurate dalla hole-tip technology e dalla nuova sciancratura. L’implementazione della nuovissima piastra da gara M/O Plate dona un flex più aggressivo per curve al limite. La soletta giallo fluo, ispirata alla Coppa del Mondo, è il segno distintivo della linea RC4.

Con le proprie collezioni e tecnologie d’eccellenza, Fischer si propone sul mercato come scelta d’élite per ogni atleta, rendendo possibili le migliori performance personali di sempre, grazie a prodotti innovativi e facili da usare.

Per scegliere lo sci giusto, sono fondamentali i criteri come il livello di prestazione dello sciatore, l’altezza, il peso e la disciplina sportiva. Nella filosofia e visione del brand questa gamma non fa più distinzioni tra i modelli di sci da donna e da uomo, ma si intende aperta a tutti gli sciatori. Una visione diversa e innovativa, coerente al concetto che l’unicità di ogni sciatore e della sua attrezzatura riguardi più il gusto personale e le preferenze di progettazione che non la volontà di seguire gli stereotipi tradizionali. Per soddisfare gusti diversi, il brand cerca di offrire nella maggior parte dei modelli di sci una seconda variante colore.

COSA DICE L’AZIENDA
Sci di altissima gamma direttamente dal Racing Department Fischer. Agilità e precisione in ogni tipologia di curva grazie alla tecnologia  multiraggio, stabilità e accelerazione grazie  alla nuova sciancratura. Grazie alla  Hole Ski Technology c’è una riduzione del peso sulla punta e sulla coda dello sci per migliorare la caratteristica di vibrazione, ottimizzare la stabilità e incrementare la manovrabilità. La nuovissima piastra gara M/O Plate offre inoltre un flex più aggressivo per curve al limite. Soletta giallo fluo, marchio di fabbrica derivato direttamente dalla Coppa del Mondo. Lo sci RC4 Worldcup CT è adatto per allo sciatore esperto che cerca la conduzione ideale su tutti e tre gli archi di curva (corto medio ampio).

IDENTIKIT

Struttura: Sandwich Sidewall, Diagocarbon, Shaped Ti 0.8 Anima: Air Carbon TI 0.8, Beech Poplar Woodcore Lamine: World Cup Tuning PartICOLARITà: Race Sidewall. Hole Ski Tech. Soletta: Sintered World Cup Attacco: Rc4 Z14 Freeflex St Brake 85 Misure: 165, 170, 175, 180, 185 cm Sciancratura: 113/65/98 mm Raggio: 15,5 mt (175 cm)

LE NOSTRE IMPRESSIONI
Un vero camaleonte in fatto di raggio di curva, indicato per sciatori di alto livello che esprimono una sciata decisa e di alto livello. Rapido e preciso passa da un raggio di curva all’altro con estrema naturalezza. Molto stabile in velocità infonde grande sicurezza allo sciatore che può così portare la sua sciata al limite, sia a livello di inclinazione sia di velocità, potendo contare su un vincolo molto tenace delle lamine anche su  fondi molto compatti.


WORLDCUP SC WS  M-TRACK

Lo sci WORLDCUP SC WS è disponibile in due versioni: la prima presenta una piastra M TRACK che rende lo sci maneggevole e adatto a uno sciatore di livello medio/alto (L5,L6) la seconda versione è quella che presenta la piastra M/O PLATE, livello tecnico (L6,L7,P) adatto a sciatori esperti alla ricerca della perfetta curva da slalom.

COSA DICE L’AZIENDA
La nuova costruzione della piastra dell’RC4 Worldcup SC offre una maggiore rigidità per curve più veloci, dinamiche e taglienti. La tecnologia Hole Ski riduce il peso e le vibrazioni per una maggiore scorrevolezza e agilità. L’RC4 Worldcup SC è lo sci perfetto per fare curve precise da Slalom.

LE NOSTRE IMPRESSIONI
Lo sci preso in esame, dotato di piastra M-Track, è risultato facile, per uno sci da race carve slalom,  e divertente. Molto ben bilanciato risulta maneggevole e rapido nell’impostare la curva. La spatola alleggerita grazie al caratteristico foro, facilita la prima parte di curva. La sciata e il concatenamento delle curve sono molto fluidi e continui. Buona la sensazione di stabilità che si ha in ogni momento e questo consente allo sciatore di fidarsi totalmente dello sci, che regala ottime sensazioni di tenuta e chiusura curva.

IDENTIKIT

Struttura: Sandwich Sidewall Construction, Diagocarbon, Shaped Ti Anima: Air Carbon TI 0.8, Beech Poplar Woodcore Antivibrante: Hole Ski Technology Lamine: World Cup Tuning Particolarità: Race Sidewall Soletta: Sintered Bases, World Cup Base Attacco abbinato:  Rsx 12 Gw    Misure: 150, 155, 160, 165, 170 cm Sciancratura: 119/66/104 mm Raggio: 13 mt (165 cm).


PODIUM LT 110

Lo scarpone Podium LT 110 è l’ideale per gli sciatori di livello tecnico medio/alto. La struttura è completamente race oriented ed è adatto a chi ricerca il feeling e la precisione di uno scarpone race con il confort di una scarpa Tour. L’RC4 Podium LT 110 è stato costruito appositamente per gli sciatori più leggeri e giovani. Offre una nuova forma e un nuovo booster, così come un nuovo guscio sviluppato per soddisfare le esigenze specifiche degli sciatori più piccoli.

IDENTIKIT
Calzata: last 95 Scafo: TPU Leve: 4 leve RC4   Regolazioni: Race Canting Scarpetta: Lace Liner Particolarità: Race Code,  Phatt Maxx Race, Low-Tolerance Race Cuff,  Phatt Maxx Race, Grindable Bootboard Misure: 22,5/23,5…26,5

 

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment