Attrezzatura

Head Consumer Ski: il primo giorno di test

Head Consumer Ski: il primo giorno di test, dopo tanta attesa, oggi siamo riusciti a provare i nuovi sci e scarponi Head della nuova collezione 20/21. Siamo a Passo Monte Croce, presso il mitico Hotel Kreuzberg. Un venerdì 17 veramente speciale per i 100 consumer che oggi affrontano la prima giornata di questo speciale happening Head.

Dopo l’arrivo di ieri sera e la presentazione, che ha visto Corrado Macciò nelle vesti di degno conduttore, stamattina si è iniziato subito a far sul serio.
I 100 ospiti sono divisi in tre gruppi che in segno distintivo possiedono un budget con foto e nome di un importante campione di Coppa del Mondo.

Insomma ogni gruppo ha come segno distintivo un Rebels… Io appartengo al Rebels World Cup Alexis Pinturault. Questa distinzione avviene perché ogni gruppo avrà vita autonoma nelle giornate di intenso sci. Ogni giorno si affronterà un itinerario strettamente correlato con la tipologia di sci provati.

Uno sci per ogni partecipante che a metà giornata verrà scambiato con un altro consumer,. Questo per poter provare ogni giorno due sci diversi, ma appartenenti alla stessa categoria.
La sveglia di oggi per il mio gruppo è stata all’alba, h.08:15 pronti e via sull’autobus che ci ha portato sulle piste.

Primo giorno dedicato agli sci performance Pro, gli e-Speed e gli e-Race.
Ed ecco la prima grande novità: la “E” di economicità, di energia, di elettrico, di evoluzione…  Ma anche di emozioni che poi sono quelle che fanno dello sci alpino uno degli sport più affascinanti. Quindi grandi e sostanziali novità per Head 2021.

“E” , dunque, come evoluzione e sviluppo di un concetto nato anni fa in casa Head. Il LiquidMetal, che poi si trasforma nella  “i” di intelligence. Sfocato nello sfruttamento dell’energia accumulata all’interno dello sci per migliorarne le prestazione e che ci accompagnò con il marchio Kers….

E poi la “G” di graphene, l’innovativo materiale che fornisce leggerezza, plasticità e dinamiche da fantascienza e utilizzato nell’anima di ogni materia Head che ne porti il simbolo.
“E” comunque come energia, un sistema tecnologico di estrema innovazione ingegneristica che cerca di far risparmiare energia allo sciatore. Che nello stesso tempo sfrutta l’energia E-lettrica che si crea e viene veicolata all’interno degli innovativi strumenti da neve della Head.

Questo permette di avere uno sci più facile e notevolmente performante tanto da ridurre e creare raggi di curvatura prima impensabili per sci con quelle caratteristiche e lunghezze.
Oggi abbiamo provato sci di lunghezze che fino allo scorso anno producevano raggi maggiori rispetto a quelli usati oggi. E quindi sono risultati molto più maneggevoli, semplici, ma allo stesso tempo notevolmente performanti.

Aggiungerei quindi degnamente anche l’ultima E di emozioni.

Oggi è stato veramente emozionante avere strumenti ai piedi che hanno posto però, al sottoscritto, un amletico dubbio: cosa faccio con gli sci in mio possesso ora?

Tags

About the author

Walter Stacco

Docente di Scienze Motorie e Sportive. Metodologo della Scuola Regionale dello Sport del CONI Lombardia. Docente facoltà di scienze motorie università di Pavia