Attrezzatura

Rossignol Hero Master “21” vs “18”

 HERO MASTER 21 R 22
COMMENTO
Nuovo look e nuova piastra per questo sci già entrato nella storia, «adrenalina allo stato puro per chi ha gambe e tecnica» come lo ha definito Verdecchia. Le sue prestazioni top sono state esaltate dal nostro team, con Veluscek a riassumere le sensazioni generali: «È come avere due rasoi sotto i piedi, sono sci precisi al millimetro che non lasciano margine d’errore: da inizio curva, quando si crea il vincolo lamina/neve, la deformazione è bella progressiva e lo sci ti trasmette un’enorme fiducia anche per l’incredibile tenuta laterale». Grigoletto conferma: «È un vero cavallo da corsa con facile gestione dell’ingresso curva e una stabilità impressionante. In percorrenza spinge molto senza abbandonarti mai. Necessita di velocità e ampio raggio». Anche Deflorian ha mostrato entusiasmo: «È sempre presente, anche nei pali non fa una piega, regala precisione top con una dinamicità impressionante: consigliato!».
Cosa è piaciuto di più: Precisione e stabilità per una conduzione progressiva che esalta
Cosa è piaciuto di meno: Serve impegnarsi, non è sci da passeggio in relax

HERO MASTER 18 r 22
COMMENTO
La «perla nera» si propone con una nuova grafica e soprattutto una nuova piastra: derivazione Coppa del Mondo, è unita e non più separata in due pezzi. «Sono sci performanti e potenti ma allo stesso tempo intuitivi, nel senso che ti fanno capire subito di che pasta sono fatti!» sottolinea De Martin, aggiungendo poi che «entrano in curva con molta decisione e in uscita rispondono con altrettanta, richiedendo sempre la giusta centralità». «È un piacere usare questi sci, versatili in tutti gli archi» annota Deflorian, mentre Pini scrive che «dopo la sensazione iniziale di grande vincolo, la spatola dell’Hero inizia a mordere forte e in curva la struttura aiuta a mantenere e gestire la velocità». Di struttura parla anche Marchetti: «Molto solida, ma non sfocia nello scorbutico, servono però prestanza fisica e tecnica per domarla al meglio». Verdecchia nota infine che il cambio piastra «rende questo sci ancora più aggressivo e prestante».
Cosa è piaciuto di più: Quando entra in curva non lo fermi più e aiuta a gestire la velocità
Cosa è piaciuto di meno: Non ama la sciata tranquilla stile passeggio

HERO MASTER 21 R 22
IDENTIKIT
Struttura: WC Rectangular Sandwich fibro/metal Anima: Wood core/Titanal Tecnologia: Prop Tech/WC Cascade Sistema di interfaccia/Attacco: R22/LOOK SPX 150 Rockerflex Prezzo: 1330 Euro (sci e attacco SPX 15) Misure: 180 cm Sciancratura: 114/71/97 mm Raggio di curva: > 21 mt

HERO MASTER 18 R 22
IDENTIKIT
Struttura: WC Rectangular Sandwich fibro/metal Anima: Wood core/Titanal Tecnologia: Prop Tech/WC Cascade Particolarità: sistema di interfaccia R22 Sistema di interfaccia/Attacco: R22/LOOK SPX 150 Rockerflex Prezzo: 1330 Euro (sci e attacco SPX 15) Misure: 175 cm Sciancratura: 116/70/98 mm Raggio di curva: > 18 mt

 

 

VUOI ACQUISTARE LA NUOVA GUIDA TECNICA ALL’ACQUISTO (cartacea o digitale)?
Clicca sull’immagine qui sotto

 

 

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment