Attrezzatura

Scarponi Fischer RC4 Tecnique

PROVA A SECCO
Avviso ai turisti, anzi sciatori per caso: astenetevi e girate pagina. Avviso agli appassionati veri che per scegliere uno scarpone puntano più sulle prestazioni che sul comfort: andate pure avanti a leggere. Già, perché questo modello – cui Fischer ha apportato leggere modifiche nella scarpetta – conferma di essere un vero cavallo da corsa che pensa soprattutto ad andare veloce e per nulla a far star comodo il suo fantino. Dalla calzata alla camminata, non aspettatevi morbidezza e coccole, godetevi piuttosto la praticità e l’efficacia delle leve, l’assetto race e il flex del gambetto, «molto rigido e stabile» come ha scritto Vuerich. Per Gattiglio, «gli agonisti amatoriali saranno entusiasti, chi arriva in negozio e vuole questa scarpa deve però sapere a cosa va incontro». Eccone una breve sintesi, con le parole di Marchetti: «La scarpetta con i lacci offre un avvolgimento strettissimo da punta a tallone, dando subito l’idea di precisione e solidità».

Fischer RC4 Tecnique
Fischer RC4 Tecnique

PROVA SULLA NEVE
Tenetevi forte e partite, lasciandovi trasportare dalla fantastiche sensazioni che questo modello regala una volta agganciato agli sci e messo sulla neve. «Come immaginavo, la resa in pista è entusiasmante» si lascia andare Gattiglio, aggiungendo che «specie ad inizio curva questa scarpa è rapida e decisa a trovare lo spigolo». E una volta trovato lo spigolo «ci si sente molto pesanti e sicuri, grazie al solidissimo supporto nella parte interna del piede» (Bonelli). Per Vuerich «è ottima la stabilità in percorrenza e in uscita di curva”, per Marchetti “ha anche un’ottima reattività nel cambio degli spigoli». Bella, bellissima dunque, ma non per tutti. Perché per sfruttarla e goderla al massimo, oltre ad un’ottima tecnica servono preparazione fisica e potenza. Infatti, per i pesi leggeri, come Ventura, «il gambetto è risultato troppo rigido». Ricordare che per infilarla e toglierla è meglio stare in luoghi caldi.

pagella_fischer_race

CARTA D’IDENTITA’
Calzata: tradizionale
Scafo: PU
Leve: Deflector Athletes, Impact Protector
Regolazioni: Racing Canting, Soma-Tec, Deflector Phatt Maxx
Scarpetta: Power Transmission Liner (Power Heel)
Particolarità: Uno Scarpone per performance aggressive e veri racer. Tecnologia da Coppa del Mondo al 100% per un controllo dello sci diretto. Fit perfetto grazie alla nuova struttura della scarpetta preformata per i malleoli e tecnologia “Grip Cell” che stabilizza la scarpetta. Scarpa esclusiva per le competizioni.
Misure: (Men) 24,5 – 29,5 / (Woman) 22,5 – 26,5
Prezzo: su richiesta (con contratto atleti)

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment