Attrezzatura

Ski Service: abbiate Fede!

Federico Aina ha lavorato per diversi anni in vari negozi e noleggio sci, dalla Val Badia alla Val Pusteria. «Ogni stagione si presentavano sempre clienti, da atleti ad amatori, con problemi agli scarponi, o meglio ai piedi, esausti per questi fastidi».
Da lì l’idea di aprire un negozio indirizzato esclusivamente al bootfitting, a Riscone (Brunico BZ), per offrire un servizio serio e che risolvesse ogni problematica. L’apertura non è stata immediata, ci sono voluti diversi anni nei quali Federico ha partecipato ai più importanti corsi organizzati dalle ditte di settore, incluso quello del Gruppo Rossignol, di cui è bootfitter autorizzato.  «Quando ho capito di poter camminare da solo – dice Fede – mi sono messo in proprio e ho iniziato  questa nuova avventura».
Dal 2015 segue la Coppa del Mondo di sci Alpino come Service di team privati e di alcune squadre come il Giappone e l’Argentina. Da quest’inverno darà anche il suo supporto al Service di Maplus Ski Wax, sempre nel massimo campionato di sci alpino.
Iscritto allo Sci Club Brunico, dal 2013 «vive» l’Associazione Italiana Skiman che ha fortemente contribuito alla sua formazione tecnica.
Pragmatico, preciso e sempre concentrato, Fede ha sempre le iddee molto chiare: «Ogni stagione è un momento per imparare ed espandere le proprie conoscenze, con l’obiettivo di dare un servizio sempre migliore».


In negozio, che chiude nel mese di maggio, le collezioni racing sono già disponibili a luglio. Parliamo di Lange, Head, Rossignol e prodotti Sidas. Verso inizio settembre sono disponibili anche le collezioni più turistiche. Normalmente ai primi di giugno arrivano le prime richieste e gli ordini per le scarpe da gara. Non appena le ditte forniscono il materiale si comincia subito ad adattarli, in modo che già, dalle prime uscite in ghiacciaio, i ragazzi possano prendere confidenza con i nuovi materiali ed eventualmente riportarli per le ultime correzioni.
Nel suo laboratorio (lui lo chiama il Bunker) passa molto tempo, fino a notte fonda, per adattare le scarpe dei clienti. Le lavorazioni di allargatura, deformazione a caldo, fresatura, allungamento punte, rialzi… ecc. vengono tutte fatte da lui personalmente. «Questo lavoro o ti piace alla follia oppure non lo fai. Implica notevoli rinunce e sacrifici, quasi sempre a discapito della famiglia».


Fede passa anche diverso tempo a supporto degli sci club locali, preparando gli sci da gara. «È una clientela costruita negli anni che non ho voluto perdere. Cerco di fare del mio meglio per mettere questi ragazzi nelle migliori condizioni possibili». Travolto dalla passione, anche senza che gli venga chiesto, si presenta sulle piste di allenamento, quasi sempre della Ski Area Kronplatz, per avere un feedback diretto con i suoi clienti sulle lavorazioni effettuate. Anche per questo è amato e apprezzato da tutti!

 

ALCUNI SERVIZI PROPOSTI
Montaggio rialzi, incluso di rettifica della suola, rialzo 3/5 mm, fresature tacco/punta per normativa: € 50

Allungamento della punta, comprensivo di allungamento scafo, rettifica della suola, canting: € 60

Gli altri lavori vengono valutati al momento, perché a volte si possono sommare, ad esempio, se ci sono piedi con problemi importanti o tanti punti di contatto

Plantari full custom: 100 euro.
Per preparazione sci si parte da € 20 fino a 50 euro.


Fede vi aspetta a Riscone (Brunico),
passate a trovarlo!
www.fedebootfitting.com

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment