Eventi

Ad Agritravel di Bergamo “Il Villaggio della Montagna” con Moioli e Antonioli

Ad Agritravel di Bergamo “Il Villaggio della Montagna” con Moioli e Antonioli.
Al via la 7a edizione di Agritravel & Slow Travel Expo, Fiera dei Territori, la della kermesse dedicata al turismo rurale, lento e sostenibile.

Cammini, trekking, cicloturismo, itinerari in montagna e collina, vie d’acqua, percorsi spirituali e folklore al centro della proposta per operatori del settore e grande pubblico. Ma la novità che ci “tocca” più da vicino, è  il ‘Villaggio della montagna’ con impianti sportivi accessibili al pubblico: pista da sci di fondo, poligono di biathlon, pista kidstosnow per bambini, circuito pumptrack, circuito offroad in terra battuta, percorso di nordic walking, roller park.

Focus sui Giochi Olimpici e Paralimpici di Milano Cortina 2026 e un ricco programma di eventi dedicati al turismo in quota. Con la presenza, tra gli altri, della campionessa olimpica Michela Moioli e dell’atleta della nazionale italiana di sci alpinismo, Robert Antonioli.
Si parte venerdì 17 settembre ore 15 alla presenza delle autorità. L’accesso in Fiera prevede l’obbligo di green pass con la possibilità di eseguire il tampone rapido anti Covid-19 in Fiera. (Numero Verde 800 599 444 per informazioni, tutti i giorni, dalle 8.30 alle 18).

Agritravel & Slow Travel Expo – Fiera dei Territori è organizzata da Ente Fiera Promoberg – supportata dai partner Banco BPM Credito Bergamasco e Intesa Sanpaolo – con il contributo di Regione Lombardia e il supporto di ENIT – Agenzia Nazionale del Turismo e Camera di Commercio di Bergamo.

Al centro del progetto la promozione delle bellezze dei territori, le destinazioni che questi offrono tra natura, arte, tradizioni e buon cibo, e la condivisione di nuove strategie d’azione in grado di superare le difficoltà generate dall’emergenza sanitaria da Covid-19 per rilanciare il sistema turistico.

Grande attenzione è dedicata alla Montagna, intesa come un vero e proprio scrigno di natura, cultura ed enogastronomia da valorizzare e custodire, anche in vista della stagione invernale 2021/2022 e dei Giochi Olimpici e Paralimpici invernali di Milano-Cortina 2026, con le importanti ricadute in termini turistici, economici e di visibilità che un evento di risonanza globale come questo porta con sé.

Il ‘Villaggio della montagna’, prevede un’area esperienziale allestita negli spazi esterni del polo fieristico, che ospita esibizioni di atleti professionisti e, insieme, offre ai visitatori la possibilità di cimentarsi con una grande pista da sci di fondo, il poligono di biathlon, dossi e curve paraboliche per biciclette, skateboard e roller, circuito mountain-bike e percorso di nordic walking.

GLI ORARI: Venerdì 17: h 15- 22; Sabato 18: H 15-22, Domenica 19 H 10-19.


ATLETI, TECNICI E ISTRUTTORI PRESENTI

SNOWBOARD
Michela Moioli, Cesare Pisoni, Sofia Belinghieri, Filippo Ferrari e Cristian Belingheri.

SCI DI FONDO e BIATHLON
Carolina Tiraboschi, Renato Pasini, Martina Bellini, Valentina Maj, Lucia Isonni, Pieralberto Carrara

SCI D’ALPINISMO
William Boffelli, Robert Antonioli

TRAILRUNNING/SKYRUNNING
Mario Poletti


Sono previsti anche incontri e focus su tempi molto importanti tra turismo e sport, con la presenza di atleti, tecnici, giornalisti e operatori del settore.

Venerdì 17 settembre (dalle 16 alle 19).
• Verso le Olimpiadi Milano-Cortina 2026: momento dedicato ai Giochi Olimpici e Paralimpici invernali Milano-Cortina 2026 con un focus su opportunità e benefici.

SBX (Snowboard Cross), l’evoluzione della disciplina dello Snowboard Cross con la presenza della campionessa olimpica Michela Moioli, bergamasca d’origine, insieme a Cesare Pisoni, Sofia Belinghieri, Filippo Ferrari, Cristian Belingheri.

SKIMO, lo Sci d’alpinismo: incluso tra gli sport olimpionici invernali proprio a partire da Milano-Cortina 2026 con la presenza di Robert Antonioli, atleta valtellinese della nazionale italiana e squadra Centro Sportivo Esercito. Sei ori ai mondiali di Sci alpinismo, Sette ori nei campionati italiani, Tre ori agli europei, quattro coppe del mondo. Sarà presente anche William Boffelli, atleta bergamasco di Roncobello della nazionale di Ski Mountaineer e di Skyrunning. Detentore di diversi record, come l’ascesa al pizzo Diavolo di Tenda da Carona, e vincitore di numerose competizioni di skyrunning.
Outdoor, focus sulla valorizzazione del turismo d’Alta Quota come opportunità per le economie locali e per riscoprire le bellezze dei luoghi montani. In particolare, focus su trekking e trail running con l’intervento del campione bergamasco Mario Poletti, che presenterà la gara Orobie Skyraid, che a luglio in Val Seriana ha registrato 650 partecipanti e una giornata di grande affluenza in tutta la valle.

TUTTI IN QUOTA: La montagna accessibile per tutti: un confronto tra enti e operatori, pubblici e privati, sull’accessibilità in montagna. In questo contesto, è previsto anche un focus sulle paralimpiadi.

MONTAGNA SU DUE RUOTE: MTB e E-bike sono sempre più diffuse: obiettivo puntato su ciclovie e percorsi adatti sia alle famiglie che ai più esperti.


Il messaggio di  Lara Magoni, Assessore al Turismo, Marketing Territoriale e Moda di Regione Lombardia:
“La rinascita del turismo passa attraverso la valorizzazione delle eccellenze della nostra Lombardia. La riscoperta dei territori, tra arte, tradizioni, cultura ed enogastronomia, è un segnale importante per proporre ai visitatori un’offerta variegata e differenziata.

Un ritorno alle origini, ai sapori semplici e genuini che premia realtà autentiche, a cominciare dalla Bergamasca, grazie alle sue montagne e ai prodotti agroalimentari. Esperienze uniche che la Lombardia regala quotidianamente ai viaggiatori: in tal senso, l’impegno di noi amministratori deve essere diretto ad individuare strategie che possano armonizzare la voglia di conoscere, scoprire ed esplorare con un turismo sostenibile ed accessibile. In grado di tornare, dopo un periodo davvero difficile, ad essere attrattivo a livello internazionale”. Ad Agritravel di Bergamo Ad Agritravel di Bergamo

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.