Eventi

Confermato l’Epic Tour il 6 e 7 marzo al Bondone

Nessun rinvio per le due tappe di scialpinismo de l’Epic Tour che rimane confermato, dunque, il 6 e 7 marzo al Monte Bondone. Quindi venerdì (località Vason) notturna “green” – sabato (località Viote) 1600 metri di dislivello

Il sabato sarà dedicato anche ai “4All” che partiranno con guida alpina lungo un percorso ridotto

In primis tutela massima agli atleti”, afferma l’ideatore di EPIC Ski Tour, Kurt Anrather, che vuole lanciare un messaggio positivo a tutti i concorrenti in procinto di schierarsi al via. Confermando anche il montepremi di circa 15.000 euro.

Nonostante l’atmosfera non proprio idilliaca, l’evento si farà senza problemi, concentrandosi tutto sul Monte Bondone e “all’aria aperta”. Con i pasta party organizzati in tre diversi ristoranti, evitando gli “EPIC party” e le grandi folle. Questo nel rispetto di quanto sta accadendo, e concentrando il divertimento interamente sul Monte Bondone.

Qui si terranno le sfide agonistiche e “4All”. Il programma del venerdì resterà immutato, con la località Vason del Monte Bondone ad ospitare l’area Expo (ore 12-19).

Il ritiro pettorali (ore 12-18.30) e il briefing della prima tappa di EPIC Ski Tour previsto per le ore 17.

Lo start ufficiale avverrà invece alle ore 18.45 e sarà una gara “individual”, determinando i distacchi con i quali gli atleti si esibiranno poi nella giornata successiva (pursuit).

Il prologo sarà in notturna e su pista, partendo subito con un breve strappo in direzione dei 1.700 metri della “Diagonale Montesel”. Poi scendendo sulla pista “3-Tre Panoramica” e raggiungendo la stazione a valle Montesel (1.450 metri). Prima di inerpicarsi sulla pista “Cordela” di circa 200 metri di dislivello, riabbracciando località Vason e godendosi un ulteriore giro.

Nessuno spreco di luci o risorse degli impianti per EPIC Ski Tour versione “green”, con gli atleti a utilizzare le luci (ricaricabili) dei frontalini.

Pasta party nel post gara, premiazioni ed arrivederci alla giornata di sabato, con ritiro pettorali in mattinata sul Monte Bondone (ore 7.30-8.45). Area Expo e Testival Area per tutta la giornata.

La seconda tappa di EPIC Ski Tour scatterà alle ore 9, sia per chi lotterà per la vittoria sia per i concorrenti alle prime armi. Ovvero, coloro che avranno un percorso interamente loro dedicato, più breve e alla portata, in compagnia di una guida alpina qualificata. Senza dimenticare la possibilità di testare i materiali prima del via (e anche dopo).

Questa volta sarà la località Viote del Monte Bondone a ospitare gli atleti, partendo al Centro Fondo a quota 1.560 metri e completando un percorso di 1.550 metri di dislivello leggermente modificato. “Skippando” Cima Cornetto e Cima Verde ma concedendosi due scalate sulla Cima Palon. La quale ‘apre’ ad un panorama mozzafiato a 2098 metri di quota.

La pendenza in questo caso sarà discreta ma fattibile, con il paesaggio ad alternarsi fra tratti boschivi a macchie di pini mughi.

Le iscrizioni sono aperte, con quote a 20 euro per la notturna, 40 euro (atleti in gara e 4All) per la tappa di sabato o il pacchetto completo di tutte e due le tappe a 55 euro.

Paura del contagio? Queste le parole dell’Assessore allo sport e turismo della Provincia di Trento, Roberto Failoni.

In Trentino nessun caso di Coronavirus. In tutte le località turistiche del Trentino si segnala in questi giorni una notevole presenza di ospiti provenienti dai principali Paesi europei.

Che  dunque possono sciare su piste ottimamente innevate e apprezzare l’ospitalità trentina, garantita dalla professionalità e dall’impegno di tutti gli operatori del settore”.

About the author

Marco Di Marco

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.