Eventi

La Fun race Rossignol X-ColorTour sbarca a Bielmonte

La Fun race Rossignol X Color Tour farà tappa a Bielmonte il prossimo fine settimana. Un’occasione per provare gli sci top griffati Rossignol e prendere parte alle divertenti attività. Quelle organizzate da Brancamenta e Caffè Borghetti e vedere da vicino e provare i nuovi modelli di auto Mitsubishi Motors. Radio Number One è media partner dell’evento.

COME FUNZIONA – Rossignol X Color Tour è una fun-race non competitiva aperta a tutti con l’obiettivo del massimo divertimento, adatta a grandi e piccini e ad ogni livello di sciatore.

Una formula accattivante, una via di mezzo tra una caccia al tesoro e una gara di orientamento, naturalmente sulla neve.

Il gioco si svolge a squadre di minimo due componenti e consiste nel trovare le X colorate disseminate sulle piste del comprensorio che ospita la manifestazione.

Ogni concorrente è munito di un giubbino in TNT che è perfetto per essere sporcato di colore (rigorosamente atossico ed eco-friendly) e deve recarsi in tutti i punti colore per poter completare il tracciato e vincere fantastici premi e gadget messi in palio dagli sponsor!

Iscrizione online al contest X Color (www.rossignolxcolortour.com) con donazione a partire da 5 € a persona, con possibilità di pagamento in loc. L’intera somma sarà devoluta all’associazione Continuando a Crescere per il sostegno e la promozione dell’attività sportiva invernale sul territorio.

IL PROGRAMMA DI BIELMONTE – Il villaggio di Rossignol X Color Tour sarà a Bielmonte sabato 8 e domenica 9 febbraio e sarà aperto dalle 9 alle 16 con musica e intrattenimento, mentre l’area test chiuderà alle 15. Il contest X Color avrà luogo la domenica dalle 10.30 con premiazione alle 15.

LE ALTRE TAPPE Rossignol X Color Tour
Folgaria il 15 e 16 febbraio
Cervinia il 22 e 23 febbraio
San Martino di Castrozza il 29 febbraio e il primo marzo
Cimone il 7 e 8 marzo
Pila il 14 e 15 marzo
Madesimo il 21 e 22 marzo.

 

About the author

Marco Di Marco

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.