Eventi

Per i 20 anni del Millet Tour du Rutor Extrême iscrizioni aperte fino al 6 marzo

Per i 20 anni del Millet Tour du Rutor Extrême iscrizioni aperte fino al 6 marzo
Il Millet Tour du Rutor Extrême è una tra le più spettacolari e moderne gare a coppie scialpinistiche che si disputerà dal 31 marzo al 2 aprile 2022 nei comuni di Arvier, Valgrisenche e La Thuile. La gara trae le sue origini dal “Trofeo del Rutor” disputato nell’estate del 1933 sul ghiacciaio del Rutor, sul versante di La Thuile.

La manifestazione, a cadenza biennale, è organizzata dallo Sci Club Corrado Gex di Arvier, sotto la direzione tecnica dell’alpinista e guida alpina Marco Camandona. È resa possibile grazie al contributo della Regione Autonoma Valle d’Aosta, delle amministrazioni comunali di Arvier, di Valgrisenche, di La Thuile e di numerosi sponsor privati.


L’edizione annullata a causa della pandemia aveva coinvolto atleti provenienti da 18 nazioni: Germania, Andorra, Austria, Belgio, Canada, Spagna, Stati Uniti, Francia, Grecia, Italia, Messico, Polonia, Repubblica Ceca, Romania, Regno Unito, Slovacchia, Svezia e Svizzera.

Gli atleti delle categorie assolute si sfideranno in tre giorni di gara (31 Marzo 1 e 2 Aprile) in squadre da due elementi (maschili e femminili). Quelli delle categorie giovanili (Under 20, Under 18 e Under 16) correranno singolarmente due giornate (1 e 2 Aprile); così come quelli delle categorie promozionali (Under 14 e Under 12) che scenderanno in campo il 2 Aprile.

Nel pacco gara, ogni atleta troverà un capo tecnico celebrativo dell’edizione del ventennale appositamente realizzato e offerta dal main sponsor Millet Mountain.

Il Millet Tour du Rutor Extrême sarà unica tappa 2022 de La Grande Course, il circuito delle gare più belle e prestigiose dell’arco alpino e dei Pirenei, di cui fanno parte Pierra Menta, Trofeo Mezzalama, Patrouille des Glaciers, Adamello Ski raid e Altitoy Ternua.

La gara

Per l’edizione del ventennale sono previsti un totale di 7500 mt dislivello positivo, 30 cambi di assetto, 105 km, 60 km di salite, 45 km di free ride, 6 km di creste e canali, 4 bivacchi elitrasportabili di supporto e per ogni tappa gli atleti saliranno oltre i 3000 metri di quota.

Se le condizioni meteo e la sicurezza lo consentiranno, tutte le squadre avranno la possibilità di non avere cancelli orari e di arrivare in fondo ai tre giorni di gara. Essere “finisher al Tour du Rutor Extrême” nell’edizione del ventennale darà loro la possibilità di entrare nella storia di questa manifestazione e di scrivere il proprio nome nell’albo dei concorrenti.


Millet Tour du Rutor Extrême è mito, tradizione, leggenda. Da sempre è sinonimo di tecnicità, alta montagna, creste aeree e ripidissime discese. All’ombra della vetta simbolo da cui prende il nome hanno corso i più grandi campioni delle ultime generazioni. Per loro, e per tutti gli scialpinisti, tagliare il traguardo di Planaval è sempre stato motivo di orgoglio e soddisfazione. Quest’anno, nell’edizione del ventennale, lo sarà ancora di più visto che l’unica tappa italiana 2022 di La Grande Course sarà chiamata a decretare i Campioni del Mondo Long Distance ISMF (International Skimountaineering Federation).

Banco di prova tre le tappe spalmate su tre giornate a dir poco intense.

DAY 1

La novità di questa edizione sarà la prova inaugurale con partenza dal centro di La Thuile e arrivo a Valgrisenche; un “garone” con ben 2400 m di dislivello in salita. Il percorso, disegnato dalla Guida Alpina Marco Camandona e dal suo esperto gruppo di tracciatori, ricalcherà in parte l’itinerario del ’33 che viene identificato come “prima edizione” del Tour du Rutor, allora denominato “Trofeo del Rutor”. Un percorso lungo e alpinistico, una traversata meravigliosa in uno dei ghiacciai più grandi della Valle d’Aosta. Fidatevi, sarà una prova memorabile che metterà a dura prova tutti i concorrenti.

DAY 2

Per la seconda giornata si tornerà in Valgrisanche, ma in vero “TDR Style”… ecco alcune novità. Rispetto al passato sarà una tappa più moderna con 3 salite e un tratto alpinistico della Cresta che porta alla cima Alpe Vielle (punto più alto a quota 2963mslm), per poi scendere nel vallone di San Grato a confine con la Francia e risalire su un pendio incontaminato che porterà alla picchiata verso il traguardo. In questo caso si affronteranno un totale di 2100 metri di salita. Vi sembrano pochi? Non lo sono.  Questa tappa è stata appositamente studiata per dare respiro agli atleti e fare recuperare loro le energie dopo un primo impegnativo giorno e in vista del gran finale sulle vette del Rutor e dello Château Blanc.


DAY 3

Dal passato al presente. La terza tappa è dove è nato in TDRX moderno, con partenza e arrivo dalla località di Planaval nel comune di Arvier (1.554 mslm), prevede uno spettacolare anello intorno allo Château-Blanc. Un itinerario che porterà gli atleti sulla vetta a quota 3.422 mslm dopo avere superato gli alpeggi Orfeuille (1.982 mslm) e Plan-Petet (2.282 mslm). In questa tappa il dislivello positivo sarà di 2.300 m circa. I primi a tagliare il traguardo saranno i nuovi campioni del mondo, ogni finisher… un eroe.

Le due tappe per le categorie giovanili, suddivise in Junior (18/20 anni) e Cadetti (15/17 anni).

Il Millet Tour du Rutor Extrême da sempre riserva particolare attenzione anche alle categorie giovanili con percorsi specifici loro dedicati. Un circuito di vero scialpinismo in ambiente, con passaggi alpinistici, canali e creste. Vera montagna, discese in powder, briefing, fotografi e addetti stampa dedicati.

In vista del cammino verso i giochi Olimpici e Paralimpici Invernali Milano Cortina 2026, gli organizzatori del Tour du Rutor credono sia necessario ancor di più dare ai giovani la possibilità di poter gareggiare in piena sicurezza, in un parco giochi naturale come quello delle montagne di Arvier e Valgrisenche. Un’opportunità unica per individuare i futuri campioni di domani.

I percorsi, in passato ed ancor più in questa straordinaria edizione, sono stati ideati soprattutto per far divertire i ragazzi che affronteranno inversioni, canali e discese stupende.

Le iscrizioni

Le iscrizioni alla 20° edizione Millet Tour Du Rutor Extrême 2022 per le categorie Junior e Cadetti chiuderanno il 13 marzo 2022

Eccezionalmente, solo per questa edizione, i giorni di gara per queste categorie saranno due e non tre, come nelle passate edizioni e si disputeranno nei giorni 1 e 2 aprile.


Altra novità assoluta nel ventennale del Millet Tour du Rutor Extrême: sabato 2 aprile si disputerà una gara per le categorie “ragazzi” e “allievi” che potranno iscriversi inviando una mail indicando nome, cognome, residenza, data di nascita e sci club di appartenenza. Prevista una quota d’iscrizione simbolica che da diritto al pacco gara.

Premi e Trofei 20° Millet Tour du Rutor Extrême

Numerosi i premi previsti in questa edizione che si possono leggere sul regolamento di partecipazione. Tra questi, sicuramente, si segnalano i più importanti: i premi in denaro assegnati per le categorie senior maschili e femminili, Campionato del Mondo lunga distanza a squadre, dalla 5° squadra classificata (pari a €600) fino alla 1° squadra classificata pari a €2000.

Immagini di Stefano Jeantet

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment