Eventi

Vivere sulle Dolomiti la magia dell’Enrosadira

Tra le meraviglie che le Dolomiti sanno offrire ce n’è una che ha davvero pochi uguali: poter vivere la magia dell’Enrosadira. Un’emozione che si può vivere grazie a Tofana – Freccia nel Cielo e Marmolada – Move to the Top: con le iniziative “Alba da Ra Valles” e “Alba dalla Regina”, in programma a gennaio e febbraio.

Significa guardare il sole sorgere da una prospettiva privilegiata, assaporare una ricca colazione con prodotti tipici e sciare per primi sulle piste immacolate. Il tuto a portata di funivia!

Accade questo: il cielo si colora di infinite tonalità di blu, mentre i primi raggi del sole disegnano il profilo delle montagne, spuntando lentamente dalle cime.

Poi, come in un incantesimo, le rocce dolomitiche si tingono di rosa, dando luogo al suggestivo fenomeno dell’Enrosadira.

@Nicola Sauro

Custodi di leggende senza tempo, vicende storiche e paesaggi straordinari, le Dolomiti possono regalare sensazioni indescrivibili.

Un tempo accessibili solo al mondo dell’alpinismo, oggi sono alla portata di tutti e svelano vette oltre i 3.000 m di quota raggiungibili anche in pochi minuti, come la maestosa Tofana di Mezzo e la Regina di tutte, la Marmolada.

È proprio su queste cime, tra le più alte del gruppo montuoso, che lo spettacolo dell’alba offre un momento indimenticabile, reso accessibile da due complessi funiviari d’avanguardia, sorveglianti speciali di magiche emozioni.

Tofana – Freccia nel Cielo, la storica funivia composta da tre tronconi che portano da Col Druscié (1778 m) a Ra Valles (2470 m) fino a Cima Tofana di Mezzo (3244 m), recentemente rinnovata nel primo tratto con la prima e unica cabinovia della vallata ampezzana.

E Marmolada – Move to the Top, l’avveniristico impianto funiviario realizzato negli anni Sessanta sul versante bellunese della Marmolada, che da Malga Ciapèla (1450 m) conduce a Punta Rocca (3265), passando per la stazione intermedia di Serauta (2950 m).

Sulla Tofana di Mezzo, l’appuntamento è per il 4 e il 18 gennaio, l’1 e il 15 febbraio. In questo caso si sale fino alla stazione di Ra Valles per osservare il sorgere del sole.

@Dino Colli

E gustare una colazione dolce e salata e lasciare per primi le proprie tracce sulle piste perfettamente battute, o semplicemente rientrare a valle in funivia.

In Marmolada, invece, le date da annotare sono il 3 e 24 gennaio, il 7 e il 21 febbraio per “Alba dalla Regina”. Il programma prevede la partenza da Malga Ciapèla, una sosta caffè alla stazione di Serauta e l’arrivo a Punta Rocca.

Che si trova roprio di fronte a Punta Penìa (la cima più alta con i suoi 3342 m), dove attendere l’alba sulla terrazza panoramica.

A seguire è previsto il rientro direttamente in funivia alla stazione di Serauta per una ricca colazione a buffet.

Gli sciatori possono invece solcare per primi il tracciato de La Bellunese. Si tratta della pista più lunga del comprensorio Dolomiti Superski con i suoi 12 km, e risalire poi a Serauta per reintegrare le energie.

L’alba sulle Dolomiti, ammirata da due delle terrazze panoramiche più straordinarie di queste vette, regala un’opportunità speciale. Perché permette di conoscere il territorio e la sua naturale bellezza.

E naturalmente nel pieno rispetto della montagna e della sua identità.

Un’avventura originale che Tofana – Freccia nel Cielo e Marmolada – Move to the Top rendono accessibile anche ai meno esperti. Concedendo loro meravigliosi panorami “a portata di funivia”.

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.