Gare

Alle 09:30 lo slalom di Kranjska Gora

Alle 09:30 partirà il penultimo slalom speciale della stagione sulle nevi slovene di Kranjska Gora. I giochi per la coppa di specialità son o quasi praticamente chiusi a favore di Marco Schwarz che comanda con 589 punti. L’elvetico Roman Zenhaeusern è secondo ma troppo distante per sperare: 443 punti. Sebastian Foss-Solevaag lo è ancora di più, terzo con 405 punti. L’unica suspense potrebbe darla lo stesso Schwarz che è alle prese con una dolorosissima sciatalgia. Per questo motivo ieri ha preferito non prendere il via del gigante. Oggi è prevista la sua presenza col pettorale numero 3, dopo Henrik Kristoffersen e Clement Noel. Chiuderanno il settebello, nell’ordine Pinturault, Feller, il campione del mondo Foss-Solevaag e Zenhauesern.

Un altro motivo per assistere allo show della pista Podkoren sarà l’atteggiamento di Alexis Pintiurault. Marco Odermatt dopo i Mondiali ha cominciato ad apparirgli come un incubo. Prima a Saalbach poi proprio qui a Kranjska gli ha rosicchiato punti su punti e ora la generale sta prendendo fuoco. Li dividono solo 31 punti a favore del francese quando mancano 5 gare. L’unica specialità dove Alexis può fare la differenza sono proprio i due slalom che Marco non affronta. Il resto sarà una battaglia tecnica e di nervi.

Oggi 6 Azzurri al via. Puntiamo tutto sul numero 12, quello di Alex Vinatzer reduce dal quarto posto ai Mondiali di Cortina. Col 17, sperando gli porti fortuna, Manni Moelgg , mentre Stefano Gross indosserà il 28. L’atleta della Val di Fassa stava andando a mille ai Mondiali poi sappiamo purtroppo bene com’è finita. Ha la possibilità di far vedere, su un pendio a lui congeniale, che è tornato in palla. Due numeri dopo, col 30 c’è Giuliano Razzoli, anche lui alle prese col mal di schiena. Seguiranno col 40 Tommaso Sala, col 51 il tuttofare Riccardo Tonetti e col 62 il giovanissimo Tobias Kastlunger. Alle 09:30 lo slalom

L’ORDINE DI PARTENZA

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.