Gare

Alle 10:30 la discesa femminile in Val d’Isère

Alle 10:30 la discesa femminile in Val d’Isère con Marie-Michele Gagnon, prima a partire. Sarà subito un ottimo test quello della velocista canadese perché ha ottenuto ottimi riscontri nelle due prove cronometrate.

La giornata è bellissima e il freddo abbastanza intenso, specie nella parte conclusiva che sarà raggiunta dal solo nel corso della mattinata. La pista rispetto alla prima prova di giovedì, è più veloce, perché si è lucidata col passaggio delle atlete.

L’Italia schiera presto anche una delle sue carte migliori. Con il 3 c’è Elena Curtoni, appena dopo l’austriaca Stephanie Venier. Poi altre due atlete che certamente punteranno al podio: sono le austriache Cornelia Huetter, ottima scivolatrice e Tamara Tippler.

Anche se gli occhi saranno puntati più su Mirjan Puchner, la più veloce ieri in prova, ma per vederla bisognerà attendere il pettorale numero 19. Quindi Sofia Goggia sarà scesa dovendo indossare il numero 7, appena dopo Marta Bassino. Poi Nadia Delago, anche lei veloce in prova, partirà con l’11, mentre Federica Brignone ha il 16, seguita dalla quinta austriaca molto in forma, Ramona Siebenhofer. 

L’Italia schiera altre tre discesiste: Nicol Delago 23, Francesca Marsaglia 28 e Roberta Melesi 42.

Sofia Goggia trionfò lo scorso anno nella seconda gara e fu seconda in quella del giorno prima vinta da Corinne Suter per soli 11 centesimi. Nel 2016 ottenne invece, la terza posizione quandso si impose la slovena Ilka Stuhec davanti a Cornellia Huetter. Nel 2020 Elena fu l’unica Azzurra a entrare nelle dieci considerando entrambe le discese: decimo posto in gara uno..

Naturalmente è prevista la diretta su Rai Sport ed Eurosport. Alle 10:30 la discesa

L’ordine di partenza

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.