Gare

Anche Rast, Danioth, Meillard e la nostra Vera si devono fermare

Anche Rast, Danioth, Meillard e la nostra Vera si devono fermare
Aumenta il numero di atleti ed atlete che devono andare in quarantena. È il turno delle elvetica Camille Rast, Aline Danioth e Melanie Meillard. Ma anche in casa Azzurra purtroppo c’è un’atleta risultata positiva, la slalomista Vera Tschurtschenthaler. Quindi per loro niente Zagabria.

L’appuntamento di domani con lo slalom femminile non sarà comunque una passeggiata per nessuna. Le alte temperature hanno fato dei bei danni. Gli addetti pista sono chiamati a un vero e proprio miracolo per tenere assieme la pista. Ma qui sono molto bravi ed esperti.

Conoscono perfettamente la nota collina che sovrasta Zagabria (monte Medvednica) e faranno di tutto per offrire il massimo spettacolo per un appuntamento molto sentito in Croazia. Non ci sono più i tempi della famiglia Kostelic, ma la squadra c’è ed è sempre più forte.

Hanno puntato molto sui giovani e mentre Zrinka Ljutic, 17 anni, chiede ancor un po’ di tempo per esplodere definitivamente, c’è una Leona Popovic e una Andrea Komšić che tra i rapid gates stanno crescendo tantissimo.

L’appuntamento è per domani e le temperature inizieranno ad abbassarsi proprio nel corsa di questa note. Per gli uomini, impegnati il 5, la situazione dovrebbe essere migliore col l’arrivo del freddo intenso.

Qui a sinistra, come si presenta la risalita sullo skilift che porta in cima!

Anche rast danioth meillard

 

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.