Gare

Bassino e la Podkoren3 “Non si vive di ricordi, reset and go!”

.MBassino e la Podkoren3 “Non si vive di ricordi, reset and go!”.
Che bell’incontro domani, tra Marta Bassino e la Podkoren3, già, ma interrogata su ciò che di fantastico accadde l’anno scorso a Kranjska Gora la cuneese non è rimasta troppo a bearsi. Sintetizzando le sue parole: “Non si vive di ricordi, reset and go!”.

Cancellata la sciata in pista della vigilia, la squadra femminile di Coppa del mondo che prenderà parte al gigante di sabato 8 gennaio sulla pista Podkoren3 di Kranjsa Gora (quinto appuntamento della stagione fra le porte larghe) ha completato la preparazione nella vicina località di Tarvisio.

Presenti Marta Bassino, Sofia Goggia, Elena Curtoni, Roberta Melesi. Ilaria Ghisalberti, Vivien Insam e Roberta Midali, che sono riuscite a svolgere almeno un paio di giorni di proficuo lavoro grazie all’impegno dei tecnici, nonostante le intense precipitazioni nevose cadute nella località friulana in questi giorni.

Assente Federica Brignone che dopo Lienz ha dovuto fermarsi per un problema a un ginocchio, risolvibile comunque entro l’appuntamento di Altenmarkt.

Fra le più attese a Kranjska Gora c’è naturalmente Marta Bassino, capace nella passata stagione di mettere a segno una strepitosa doppietta nel giro di ventiquattrore. Con le due vittorie ottenute in altrettanti giganti disputati nella stazione slovena, spiccò il volo verso la coppa di specialità.

Ha messo tanta neve in questi ultimi giorni sulla pista di gara – spiega l’alpina piemontese -, speriamo che gli organizzatori siano riusciti a preparare al meglio la pista.

Sono stati giorni di buoni allenamenti nonostante le condizioni che hanno costretto gli allenatori a salare.

Cercherò di dare il mio massimo pensando solamente a sciare, l’anno scorso la Slovenia mi ha regalato tante emozioni, però ogni anno è una storia a parte e devo pensare solamente a ciò che mi aspetta nelle prossime settimane, che saranno quelle più importanti dell’anno”.

A Kranjska Gora Sofia Goggia conquistò proprio quattro anni fa il suo ultimo podio di coppa in gigante.

Ci siamo allenati purtroppo poco a causa della tanta neve caduta, è già buono essere riusciti a mettere gli sci per due giorni. Non mi aspetto nulla di particolare dalla gara di sabato. In questa disciplina devo migliorare l’approccio. Tante volte faccio manche discrete, che alternano a giri dove non riesco ancora a esprimermi come vorrei.

Forse dovrei prenderla con un approccio mentale diverso, magari con maggiore leggerezza.

L’ultimo podio a Kranjska Gora nel 2018?

Un bel ricordo, da allora tante cose sono cambiate ma ci riproveremo”.

La prima manche del gigante di sabato partirà alle ore 09.30. La seconda alle 12.30 con diretta televisiva su Raisport ed Eurosport. Domenica 9 gennaio è in programma invece lo slalom con gli stessi orari”. Bassino e la Podkoren3

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.