Gare

Be Famous: Luca Isabella, lo Zar firmato Val di Fassa

Così è chiamato Luca Isabella, dai compagni di squadra del Comitato FISI Trentino, lo Zar firmato Val di Fassa, il be famous di questa settimana. Veneziano di nascita, figlio di due medici che sin da piccolo ne hanno suscitato e condiviso la passione per lo sci. Atleta dello Ski Team Fassa, cresciuto sciisticamente sul tecnico pendio dello Ski Stadium Aloch a Pozza di Fassa, dove la famiglia ha casa e dove da sempre Luca trascorre il tempo dello sci e degli allenamenti.

Studente capace, molto impegnato anche nello studio, ha concluso il liceo, quest’anno. Appassionato di arti marziali, che ha praticato ed informatica. Un legame stretto con Pietro Dalmasso, che lo allena per lo Ski Team Fassa da ormai tre anni. Abbiamo chiesto ad Andrea Sonda, allenatore responsabile del gruppo maschile Comitato FISI Trentino che atleta sia Luca: “E’ un polivalente, che riesce molto bene in gigante, in slalom e SuperG.

Dotato di scorrevolezza, interpreta la tecnica in modo molto naturale”. Cosa rappresenta per voi del Comitato FISI Trentino, un atleta osservato come Luca? “Una soddisfazione e soprattutto un’opportunità in più di confronto con i tecnici federali che lo seguono in certi allenamenti. Una situazione aperta, positiva, certamente utile per tutti”.

Anche per lo Ski Team Fassa, la convocazione di Luca Isabella tra gli osservati, è motivo di grande soddisfazione.

Per il sodalizio fassano, è la dimostrazione tangibile che ripaga del lavoro minuzioso della società ladina, convinta che la crescita con continuità dalle categorie baby-cuccioli a quelle superiori, porti poi a raggiungere anche con più ragazzi, questi obiettivi molto importanti.
(si ringrazia Virna Pierobon)

About the author

Marco Di Marco

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.