Gare

Beaver Creek, Kilde si riprende lo scettro, 3 centesimi a Odermatt

Beaver Creek, Kilde si riprende lo scettro, 3 centesimi a Odermatt.
Aleksander Aamodt Kilde
, torna alla vittoria al rientro dall’infortunio che lo ha escluso dai giochi nella passata stagione.

Nel secondo superG di Beaver Creek il norvegese riesce ad imporsi con il tempo di 1’10″26, davanti a Marco Odermatt, ancora una volta in cima alle classifiche dopo la vittoria di giovedì, staccato di soli 3 centesimi.

Sul terzo gradino del podio si piazza l’americano Travis Ganong, a 37 centesimi da Kilde. Poi l’Austria, con Matthias Mayer quarto e Vincent Kriechmayr quinto.

Il miglior azzurro è stato ancora Mattia Casse, 17/o, staccato di 1″89 dal vincitore, seguito da Christof Innerhofer, con 1″90 di ritardo. 19/0 Matteo Marsaglia, autore di una bella gara se si considera che il piemontese è partito con il pettorale numero 53.

Dominik Paris chiude al 24/o posto con uno svantaggio di 2″07 da Kilde. Oltre il trentesimo posto gli altri azzurri al via.

Brutta caduta per il norvegese Kjetil Jansrud, che però si è rialzato ed ha concluso la gara con gli sci ai piedi.
Odermatt guida la classifica generale con 330 punti, davanti a Mayer a quota 230 e a Kriechmayr con 170. Beaver Creek Kilde si

Ordine d’arrivo SG maschile Cdm Beaver Creek (USA):
1. Aleksander Aamodt Kilde NOR 1’10″26
2. Marco Odermatt SUI +0″03
3. Travis Ganong USA +0″37
4. Matthias Mayer AUT +0″92
5. Vincent Kriechmayr AUT +0″95
6. Alexis Pinturault FRA +0″98
7. Matthieu Bailet FRA +1″20
8. Raphael Haaser AUT +1″45
9. Gino Caviezel SUI +1″46
10. Andreas Sander GER +1″56

17. Mattia Casse ITA +1″89
18. Christof Innerhofer ITA +1″90
19. Matteo Marsaglia ITA +1″92
24. Dominik Paris ITA +2″07

36. Emanuele Buzzi ITA +2″69
38. Riccardo Tonetti ITA +2″98
Guglielmo Bosca ITA DNF
Pietro Zazzi ITA DNF

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.