Gare

Biathlon: è tutta coppa di Fourcade

Dieci su tredici: questo il numero di vittorie rispetto alle gare effettuate per il francese Martin Fourcade. Manca ancora parecchio alla fine ma il fuoriclasse transalpino si è già aggiudicato la Coppa del mondo grazie alla vittoria conseguita questa mattina nella pursuit maschile sulla pista tedesca di Ruhpolding. Il francese si è permesso il lusso di commettere tre errori al poligoo e tagliare il traguardo comunque con 18″3 di vantaggio sul norvegese Emil Svendsen, che è stato precisissimo in piazzola. Terzo posto per lo sloveno Michal Krcmar, anch’egli con uno 0 al poligono.

Grande prova in casa Italia di Dominik Windisch. L’altoatesino, partito col pettorale 43, ha riscattato l’opaca sprint del sabato recuperando terreno fino all’undicesimo posto, con un solo errore nella serie conclusiva senza il quale avrebbe addirittura potuto arrivare a ridosso del podio. Punti anche per Lukas Hofer, trentottesimo con cinque errori curiosamente commessi tutti nella seconda serie. Cinquantaduesima piazza invece per Thomas Bormolini con sette errori. In classifica generale Fourcade tocca quota 730 punti contro i 446 di Schempp e i 440 di Shipulin, Windisch è quattordicesimo con 259. Settimana prossima il circuito fa tappa ad Anterselva.

Ordine d’arrivo pursuit maschile Ruhpolding (Ger):
1. Martin Fourcade (Fra) 3 33’57″5
2. Emil Svendsen (Nor) 0 +18″3
3. Michal Krcmar (Slo) 0 +19″5
4. Anton Shipulin (Rus) 1 +21″3
5. Arnd Pfeifer (Ger) 1 +24″1
6. Dominik Landertinger (Aut) 1 +38″3
7. Simon Schempp (Ger) 2 +39″7
8. Erlend Bjoentegaard (Nor) 1 +41″1
9. Daniel Mesotisch (Aut) 0 +46″7
10. Andrejs Rastorgujevs (Let) 2 +46″8

11. Dominik Windisch (Ita) 1 53″0
38. Lukas Hofer (Ita) 5 +2’51″6
52. Thomas Bormolini (Ita) 7 +5’19″4

da fisi.org

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment