Gare

Biathlon: i Boe brothers dominano la sprint

Johannes Boe non si ferma e ha tutte le intenzioni per affermarsi quale biathleta pià forte di tutti i tempi. Insomma, l’Ole Einar Bjørndalen del futuro. Anche questa mattina si è imposto nella sprint 10 km  commettendo un solo errore al poligono, il che ha illuso per un attimo il fratello Tarjei di poterlo battere. Invece è arrivato a 7″9 lottando quasi al fotofinish con il tedesco Doll. Niente da fare invece per Martin Fourcade, infallibile al tiro ma un po’ affaticato sul fondo. Ha concluso la sua sprint a 15 secondi da Johannes e a 5 dal terzo posto nonostante due netti. Pià staccato il forte Loginov che è arrivsto quinto 5 secondi prima di Lukas Hofer che ha commesso un solo errore al primo poligono ma poi nel fondo è stato trai i migliori. Buio totale invece per Dominik Windish che al secondo poligono ha centrato solo 2 bersagli su 5, quindi con 4 errori totali è deragliato fino alla 68esima piazza a oltre 2 minuti da Boe. Meglio hanno fatto Bormolini che ha chiuso 36esimo, mentre Montello gli è poco dietro (41esimo). Nel primo pomeriggio tocca alle nostre Azzurre Wierer-Vittozzi…