Gare

Biathlon: Incredibile, Fourcade è secondo!

Allora anche Martin Forucade può cadere! Lo ha dimostrato oggi, nella prova individuale di Anterselva, il russo Anton Shipulin, al suo primo successo di Coppa del mondo maschile di biathlon. Il russo si è imposto limitando il numero degli errori al poligono (soltanto uno) e resistendo al ritorno di un arrembante Martin Fourcade che, nonostante due errori, è arrivato nelle vicinanze del vincitore, staccato di 41″. Completa il podio l’ucraino Sergey Semenov a 56″8. Assente Lukas Hofer per un attacco febbrile, è toccato a Dominik Windisch tenere alta la bandiera italiana. L’altoatesino, che correva davanti ai propri tifosi, si è piazato ventiquattresimo con quattro errori ma con una buona prova sugli sci. Molto più attardati gli altri azzurri, con Thomas Bormolini sessantottesimo, Rudy Zini (all’esordio in coppa) novantaquattresimo e Giuseppe Montello centesimo. “Sono abbastanza soddisfatto della mia prestazione – ha commentato alla fine Windisch -, soprattutto sugli sci. Al tiro mi sono difeso, peccato forse per un errore di troppo. Ho rotto il ghiaccio, adesso voglio fare sabato una bella staffetta e poi penserò alla mass start“.
La classifica generale vede al comando sempre Fourcade con 784 punti davanti a Shipulin con 500 e Simon Schempp con 486, Windisch è quindicesimo con 276. Sabato alle ore 13.30 è prevista la mass start femminile con Dorothea Wierer e Alexia Runggaldier, alle 15.15 la staffetta maschile.

Ordine d’arrivo Individuale maschile Anterselva (Ita):
1. Anton Shipulin (Rus) 1 50’38″1
2. Martin Fourcade (Fra) 2 +41″0
3. Sergey Semenov (Ucr) 1 +56″8
4. Ole Einar Bjoerndalen (Nor) 1 +1’04″9
5. Simon Schempp (Ger) 2 +1’09″8
6. Krasimir Anev (Bul) 1 +1’15″6
7. Maxim Tsvetkov (Rus) 1 +1’28″7
8. Michal Krcmar (Cze) 1 +1’29″8
9. Arnd Pfeifer (Ger) 2 + 1’30″4
10. Lowell Bailey (Usa) 1 + 1’39″1

24. Dominik Windisch (Ita) 4 +3’29″9
68. Thomas Bormolini (Ita) 4 +6’25″4
94. Rudy Zini (Ita) 5 +9’05″6
100. Giuseppe Montello (Ita) 7 +10’06″4

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment