Gare

Biathlon: la rivincita di Johannes Boe

Nella sprint individuale Pokljuka il norvegese  Johannes Boe è tornato alla vittoria rifilando 1’12” 2 al suo diretto rivale, nonché numero uno al mondo, Fourcade che, reduce dalle fatiche dell’individuale, sbaglia il primo colpo al primo poligono e forse quell’unico errore lo condiziona anche a livello mentale, perché poi fa fatica a trovare velocità sugli sci. Boe si è aggiudicato il succsso grazie alla parte di fondo dove è quasi sempe imbattibile. Ha sbagliato  nella posizione in piedi, ma ha vinto con un discreto margine sull’altro francese Guigonnat e sul russo Loginov, balzando davanti alla classifica generale con 96 punti. Appena fuori dal podio l’altro Boe, Tarjei, il fratello più grande, che ha chiuso al quarto posto.

Per Hofer (miglior azzurro in classifica generale con 36 punti che gli valgono la ventunesima posizione) vale forse lo stesso discorso di Fourcade: allo shooting 1 si presenta col secondo tempo, poi l’errore lo rallenta un po’, sebbene chiuda come sempre tra i migliori dieci come prestazione sugli sci (ottavo), mentre il secondo errore lo allontana definitivamente dai primi. Il numero di errori è lo stesso per Dominik Windisch, ma arrivano entrambi al secondo poligono, nella posizione in piedi, dopo il 100% a terra, così nella gara che l’ha visto conquistare il bronzo all’ultima Olimpiade deve accontentarsi del 35° posto. Davanti a lui finisce un altro azzurro, Thierry Chenal, che grazie a uno splendido zero al tiro arriva 32° e ottiene il suo miglior risultato in carriera in Coppa del mondo. Fuori dalla zona punti, infine, Saverio Zini e Giuseppe Montello. Domenica 9 dicembre (ore 11:45) appuntamento ancora a Pokljuka con l’inseguimento. Sabato 8, invece, alle 14:15 c’è la gara sprint delle donne.

Ordine d’arrivo Sprint 10 km maschile Cdm Pokljuka (Slo)
1. BOE Johannes NOR 26:46.3 (1)
2. GUIGONNAT Antonin FRA +16.1 (0)
3. LOGINOV Alexander RUS +16.4 (0)
4. BOE Tarjei NOR +31.2 (1)
5. DOLL Benedikt GER +32.5 (1)
6. PETTERSEN Sindre NOR +32.9 (0)
7. DESTHIEUX Simon FRA +35.1 (2)
8. L’ABÉE-LUND Henrik  NOR +35.8 (1)
9. EDER Simon AUT +35.9 (0)
10. KRCMAR Michal CZE +42.5 (0)

19. HOFER Lukas ITA +1:04.8 (2)
23. BORMOLINI Thomas ITA +1:12.2 (1)
32. CHENAL Thierry ITA +1:22.9 (0)
35. WINDISCH Dominik ITA +1:34.5 (2)
72. ZINI Saverio ITA +2:17.5 (1)
106. MONTELLO Giuseppe ITA +4:00.5 (6)

About the author

Marco Di Marco

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.