Gare

Biathlon: scattano i Mondiali a Hochfilzen

Oggi pomeriggio scattano i Mondiali di Biathlon a Hochfilzen con la prima prova della staffetta mista. Il quartetto azzurro è composto, in ordine cronologico, da Lisa Vittozzi, Dorothea Wierer, Lukas Hofer, Dominik Windisch (ore 14.45, diretta tv Eurosport). E’ la stessa formazione che nella prima e unica prova disputata sinora nella stagione di Coppa del mondo a Ostersund lo scorso 27 novembre, si piazzò al terzo posto alle spalle di Norvegia e Germania. Le condizioni del gruppo sono buone, i 10 giorni di riposo successivi all’ultimo appuntamento di Anterselva sono serviti per rifinire gli ultimi dettagli di una squadra capace sinora di salire sul podio in ben otto occasioni. Le parole del quartetto al termine dell’ultimo allenamento:

Dorothea Wierer: “Sicuramente c’è un po’ di pressione, ma credo sia uguale per tutti. Siamo positivi, la pista è preparata bene e veloce, il poligono è un po’ più difficile da interpretare perchè il vento va e viene. Durante le gare di Anterselva ho avuto nuovamente sensazioni positive, dopo abbiamo staccato bene fisicamente e mentalmente, facendo qualche lavoro specifico e intenso per prepararci al meglio. Non sono soddisfatta al 100% della mia stagione finora perchè l’anno scorso il bilancio era migliore, forse c’è maggiore pressione e un pizzico di voglia di strafare, tuttavia c’è ancora davanti una buona parte di stagione dove possiamo raccogliere ancora qualcosa di buono. La pista di Hochfilzen è difficile e dura, da lavorarci tutto il tempo, con discese lunghe e un recupero difficile in vista del poligono, che arriva dopo una salita“.

Lisa Vittozzi: “Partiamo con una staffetta dove siamo forti e competitivi, sono motivata per far bene, l’importante sarà mantenere la calma per fare il proprio lavoro. Di solito mi gestisco bene in questo format, anche se rimane una gara che dipende da molti fattori. La gara alla quale tengo maggiormente sarà la sprint, dove sarà fondamentale fare un buon risultato che mi permetta di partire con una buona posizione nella pursuit“.

Lukas Hofer: “Mi sono ripreso abbastanza bene dall’influenza dopo avere saltato la tappa di Anterselva, putroppo negli ultimi giorni mi è tornata un pizzico di bronchite ma sino ugualmente fiducioso, domani possiamo lottare sino alla fine come ogni gara. Motivazione e fiducia ci sono, il lavoro ha portato buoni frutti, sono tornato su buoni livelli e cercherò di fare lo stesso ai Mondiali. La staffetta mista vedrà molte nazioni in grado di puntare alla medaglia, meno ricariche possibili e ce la giocheremo fino alla fine“.

Dominik Windisch: “Arrivo a questo Mondiale con un buona forma come abbiamo visto nelle ultime gare. Ci siamo preparati bene, sarà molto importante concentrarsi gara per gara e recuperare bene fra una prova e l’altra. Ci sono tante nazioni forti che possono puntare alla medaglia nela staffetta mista, è difficile dire chi sia la più forte. L’importante sarà essere lì a giocarcela, ci divertiremo. Spero di arrivare a fare la mass start, è il format nel quale ho ottenuto i migliori risultati per il momento“.

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment