Gare

Boscacci e De Silvestro dall’altare al podio del Lagorai

Boscacci e De Silvestro dall’altare al podio del Lagorai
I coniugi Michele Boscacci ed Alba De Silvestro lasciano il segno nella dodicesima edizione della Lunagaro, la classica sci alpinistica in versione serale, andata in scena nella skiarea Funivie Lagorai, in Valsugana.

I due numeri uno dello scialpinismo Azzurro si erano uniti in matrimonio il 21 settembre scorso, dopo il rinvio forzato di un anno.

E cupido non vuole saperne di separarli nemmeno sul podio dove si sono idealmente incontrati dopo la loro splendida fatica.

Al termine del percorso, che presentava 11 km di sviluppo e 1000 metri di dislivello positivo, con 4 salite e altrettante discese, con un tratto a piedi, il valtellinese e la cadorina sono risultati i più veloci, bissando il successo ottenuto nell’ultima edizione disputata del 2019.

Per entrambi un’affermazione perentoria, nella quale hanno dimostrato il buon stato di forma, anche se non è stata una passeggiata visto il lotto dei rivali fra gli oltre 100 partecipanti all’evento organizzato dallo Ski Team Lagorai presieduto da Carola Gioseffi.

Boscacci, alfiere del Centro Sportivo Esercito, ha quasi da subito impresso un ritmo importante alla gara, prendendo il comando e andando a vincere con il tempo di 53’05”.

Sul secondo gradino del podio troviamo l’altoatesino Alex Oberbacher, che ha accusato un ritardo di 45 secondi, mentre la sfida per il terzo gradino del podio ha arriso all’under 23 Matteo Sostizzo, vicentino dei Carabinieri, a 17 secondi da Oberbacher, ad 1 minuto da Boscacci, ma capace di precedere di 60 secondi il molvenese del Brenta Team Federico Nicolini.

La classifica maschile vede poi quinto Patrick Facchini, sesto Martin Stofner, quindi Filippo Beccari, Patrick Gross, Simone Costa ed Alex Salvadori.

Più definita, in quanto a distacchi, la gara senior femminile. Alba De Silvestro, dopo le prime battute, ha preso il largo, chiudendo la sua prova con il tempo di 1h02’55”. Ovvero la tredicesima prestazione assoluta.

Piazza d’onore a 4’13” per la molvenese Elena Nicolini. Mentre ul terzo gradino del podio troviamo la fassana Giorgia Felicetti, con un ritardo di 8 minuti.

Seguono in classifica Martina Cumerlato, Valeria Pasquazzo, Laura Leoni e Chiara Bareggia.

Per quanto riguarda le altre categorie Hermann Debertolis dello Ski Club Valdobbiadene ha vinto la under 18 in campo maschile.  La bresciana Vanessa Marca dello Sci club Bagolino è stata primattrice fra le pari età.

Nella under 14, su percorso ridotto, affermazioni per Tommaso Gabrielli dello Ski Team Lagorai e per Sofia Tezzele.

Infine fra i master i più veloci sono risultati Mauro Scagliarini del Dolomiti Skialp e Monica Sartogo dell’Us Aldo Moro.

Un successo organizzativo per lo Ski Team Lagorai Tesino. Che ora si tufferà subito nella preparazione dell’edizione numero 30 della prestigiosa Lagorai – Cima d’Asta. Sarà nella nuova versione Extreme, prevista per il 19 e 20 marzo 2022.

Qui le classifiche.
Boscacci e De Silvestro Boscacci e De Silvestro

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.