Gare

C.A. Bormio: Paris tenta il colpo grosso!

Neve molle o neve dura, su questa pista Dominik Paris è sembrato davvero imbattibile. Anche in questa prima parte della combinata alpina, nella prova di discesa, l’Azzurro meranese ha portato a termine una performance splendida, praticamente imbattibile. Soprattutto nell’ultima parte ha saputo fare la differenza su tutti, difendendo la leadership su un Matthias Mayer, anche lui sempre presente quando le piste sono toste. L’austriaco è secondo a 21/100 da Pari, 3 decimi più veloce di Peter Fill che oggi ha saputo trovare la forza per reagire alle ultime uscite un po’ sottotono, vedi Gardena e ieri nella discesa uffciale. Mezzo secondo netto il divario tra i due azzurri, ma la sfida con ‘Austria, per il momento, si arricchisce anche con la presenza di Vincent Krieschmayr che è quarto a +52/100. Chi è il miglior slalomista dei quattro? Mah… Paris da ragazzo in slalom ci dava dentro. Ricordiamo la combi di Chamonix dello scorso anno, vinta da Alexis Pinturault, quando si corse però prima lo slalom. Pintu si esibì in una prova maiuscola in discesa dove perse solo 1 secondo da Dominik che invece aveva pagato 1″35 tra i rapid gates. oggi il divario tra i due è superiore, 1″65, ma comunque, paragoni a distanza non hanno tanto senso. Occhio però anche a Peter Fill che tra i rapid gates è più forte di Dominik e anche di Mayer. Tra il lotto dei bravi slalomisti ci sono anche Luca Aerni, campione del mondo a St. Moritz, anche se paga 3″23, appena dietro a Justin Murisier, ma davanti al croato Dim Zrncic. Tanti altri specialisti non ce ne sono, per cui si presume un grande equilibrio. Bisognerà anche vedere come sarà il terreno dello slalom che partirà alle 15:00.
Altri discesisti ben messi sono naturalmente Kjetil Jansrud, settimo alle spalle di Adrien Theaux, entrambi a quasi un secondo da Paris. Quindi Mario Caviezel e Bryce Bennet, poco distanti. Più indietro Alexander Aamodt Kilde (+0, 58).
Tra gli altri Azzurri, Christof Innerhofer anche oggi non è riuscito a tirare fuori il meglio di sè, nonostante il terreno duro gli scia venuto incontro. Peccato perché la pista stava reggendo benissimo come aveva dimostrato, due discesa prima, il 26enne austriaco Christian Walder, a 6 decimi fino all’errore commesso sul finire. Forse si è un po’ innervosito e raffreddato perché, come ieri, la sua partenza è stata ritardata per la caduta di atleti scesi prima di lui. Oggi è toccato allo sloveno Tilen Debelak che ha sfondato le tre linee di reti, fortunatamente senza alcuna conseguenza. 1″22 il suo ritardo rispetto a Paris, decima posizione che comunque gli consente di poter dire ancora qualcosa nella seconda manche di slalom. Emanuele Buzzi, bravo, 23esimo a +1″79,  Riccardo Tonetti ha un gap di 2″55 e ha chiuso purtroppo in 32 esima posizione, Luca De Aliprandini è in 35esima piazza  a +2″72. Alexander Prast 40esimo a 3″16
Ricordiamo che non erano in lista di partenza nè Marcel HirscherAksel Lund Svindal

La pista è stata barrata e il freddo dovrebbe garantire una bella tenuta del fondo. Speriamo!
LO SLALOM ALLE ORE 15:00

CLASSIFICA FINALE – PROVA DI DISCESA – COMBINATA ALPINA

Ranking

RANK BIB NAME NAT TIME DIFF
1 10 PARIS Dominik

ITA

1:48.71
2 18 MAYER Matthias

AUT

1:48.92 +0.21
3 12 FILL Peter

ITA

1:49.21 +0.50
4 17 KRIECHMAYR Vincent

AUT

1:49.23 +0.52
5 21 DRESSEN Thomas

GER

1:49.34 +0.63
6 24 THEAUX Adrien

FRA

1:49.61 +0.90
7 16 JANSRUD Kjetil

NOR

1:49.68 +0.97
8 1 CAVIEZEL Mauro

SUI

1:49.76 +1.05
9 20 BENNETT Bryce

USA

1:49.84 +1.13
10 34 ROULIN Gilles

SUI

1:49.87 +1.16
11 30 INNERHOFER Christof

ITA

1:49.93 +1.22
12 15 BAUMANN Romed

AUT

1:50.02 +1.31
13 4 MANI Nils

SUI

1:50.03 +1.32
14 11 MUZATON Maxence

FRA

1:50.05 +1.34
15 42 MONSEN Felix

SWE

1:50.09 +1.38
16 28 WALDER Christian

AUT

1:50.19 +1.48
17 31 GOLDBERG Jared

USA

1:50.27 +1.56
18 5 KILDE Aleksander Aamodt

NOR

1:50.29 +1.58
19 7 PINTURAULT Alexis

FRA

1:50.36 +1.65
20 26 BARANDUN Gian Luca

SUI

1:50.41 +1.70
20 22 COCHRAN-SIEGLE Ryan

USA

1:50.41 +1.70
22 14 GISIN Marc

SUI

1:50.45 +1.74
23 39 BUZZI Emanuele

ITA

1:50.50 +1.79
24 47 THOMPSON Broderick

CAN

1:50.73 +2.02
24 35 WEBER Ralph

SUI

1:50.73 +2.02
26 23 GIEZENDANNER Blaise

FRA

1:50.81 +2.10
27 13 CATER Martin

SLO

1:50.88 +2.17
28 33 DANKLMAIER Daniel

AUT

1:51.02 +2.31
29 6 KOSI Klemen

SLO

1:51.17 +2.46
30 49 ALLEGRE Nils

FRA

1:51.24 +2.53
30 45 KLINE Bostjan

SLO

1:51.24 +2.53
32 37 TONETTI Riccardo

ITA

1:51.26 +2.55
33 41 FAARUP Christoffer

DEN

1:51.28 +2.57
34 19 BERTHOLD Frederic

AUT

1:51.30 +2.59
35 25 DE ALIPRANDINI Luca

ITA

1:51.43 +2.72
36 3 MURISIER Justin

SUI

1:51.45 +2.74
37 32 ROGENTIN Stefan

SUI

1:51.54 +2.83
38 27 ROMAR Andreas

FIN

1:51.57 +2.86
39 44 MORSE Sam

USA

1:51.77 +3.06
40 38 PRAST Alexander

ITA

1:51.87 +3.16
41 9 AERNI Luca

SUI

1:51.94 +3.23
42 46 FOSS-SOLEVAAG Sebastian

NOR

1:52.08 +3.37
43 8 ZRNCIC DIM Natko

CRO

1:52.15 +3.44
44 36 DUFFY Drew

USA

1:52.32 +3.61
45 2 MUFFAT-JEANDET Victor

FRA

1:52.34 +3.63
46 40 SUGAI Ryo

JPN

1:52.50 +3.79
47 50 BABICKI Pawel

POL

1:53.19 +4.48
48 43 ZABYSTRAN Jan

CZE

1:53.63 +4.92
49 51 DANILOCHKIN Yuri

BLR

1:54.35 +5.64
48 NEUMAYER Christopher

AUT

DNF
29 DEBELAK Tilen

SLO

DNF

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment