Gare

C.A. St. Moritz: Brignone c’è!

Bella pimpante, ottimo ritmo e sciata sicura seppur sempre firmata da quel suo personale senso di curva che la porta a ciondolare un pochino tra i rapid gates. Federica Brignone ha concluso un’ottima prova di slalom della prima combinata di stagione che si sta correndo a St. Moritz tra la nebbia. Per questo motivo la Fis ha deciso di posticipare il superG nella speranza che il cielo si pulisca un po’. Il miglior tempo, manco a dirlo, è di Mikaela Shiffrin, autrice di un errore a inizio gara piuttosto grave. Senza quello i 39/100 di vantaggio sull’elvetica Wendy Holdener sarebbe sicuramente stato un altro. Poi un’altra elvetica, Michelle Gisin a +1″21, poco più veloce di Petra Vlhova, quarta a +1″29 (data in crescita in superG) e delle austriache Ramona Siebenhofer (+1″30) e Elisabeth Kappaurer (+1″33). Poi Fede settima a +1″43. Nel lotto delle prime – Shiffrin a paarte – non ci sono specialiste number one del superG, quindi l’Azzurra se la può giocare alla grande. Tra le atlete più pericolose le austriache Ricarda Haaser che si è collocata proprio alle spalle di Brignone (+1″55) e Christine Scheyer, un poco più indietro (+2″’07). Da tenere d’occhio anche la slovena Marusa Ferk le a velocista Lara Gut (+2″81),, che in superG è data in grande crescita. Niente male anche Marta Bassino, brava a concludere a +1″97, quindi a 7 decimi dal podio (13esima posizione). Meno efficace invece l’azione di Sofia Goggia che ha patito il tracciato che ha superato con un ritardo di +2″61. Meglio di lei ha fatto Johanna Schnarf (+2″60), mentre Nicol Delago ha mostrato tutti i suoi limiti tra i rapid gates (+3″95). E così pure Anna Hofer a +4″70. Out invece la giovanissima Federica Sosio, uscita dopo un buon inzio, su un cambio di pendenza che preannunciava la parte conclusiva. Avrebbe chiuso a poco più di un secondo di ritardo. Al via anche Lindsey Vonn, che non ha regalato proprio una grande performance: 3″33 il suo ritardo. Giovanni Feltrin traccerà il superG. Presumibilmente, considerando le condizioni di visibilità molto precarie, conterrà ben pochi trabocchetti. I distacchi non dovrebbero essere così elevati. Si vedrà… si spera!

Combinata Alpina (1a manche)
Classifica finale Slalom

RANK BIB NAME NAT TIME DIFF
1 6 SHIFFRIN Mikaela

USA

42.53
2 1 HOLDENER Wendy

SUI

42.92 +0.39
3 5 GISIN Michelle

SUI

43.74 +1.21
4 33 VLHOVA Petra

SVK

43.82 +1.29
5 13 SIEBENHOFER Ramona

AUT

43.83 +1.30
6 12 KAPPAURER Elisabeth

AUT

43.86 +1.33
7 3 BRIGNONE Federica

ITA

43.96 +1.43
8 8 HAASER Ricarda

AUT

44.08 +1.55
9 37 BUCIK Ana

SLO

44.09 +1.56
10 7 FERK Marusa

SLO

44.13 +1.60
11 39 IGNJATOVIC Nevena

SRB

44.15 +1.62
12 17 BRUNNER Stephanie

AUT

44.24 +1.71
13 19 BASSINO Marta

ITA

44.50 +1.97
14 20 KOPP Rahel

SUI

44.59 +2.06
15 11 SCHEYER Christine

AUT

44.60 +2.07
16 24 GRENIER Valerie

CAN

44.77 +2.24
17 21 POPOVIC Leona

CRO

44.91 +2.38
18 28 SCHNARF Johanna

ITA

45.13 +2.60
19 9 GOGGIA Sofia

ITA

45.14 +2.61
20 15 BARTHET Anne-Sophie

FRA

45.16 +2.63
21 32 GUT Lara

SUI

45.34 +2.81
22 26 MIRADOLI Romane

FRA

45.47 +2.94
23 34 FEST Nadine

AUT

45.56 +3.03
24 25 NUFER Priska

SUI

45.68 +3.15
25 14 VONN Lindsey

USA

45.86 +3.33
26 35 AGER Christina

AUT

46.38 +3.85
27 42 GASIENICA-DANIEL Maryna

POL

46.47 +3.94
28 41 KANTOROVA Barbara

SVK

46.48 +3.95
28 27 DELAGO Nicol

ITA

46.48 +3.95
30 16 VENIER Stephanie

AUT

46.49 +3.96
31 44 TOMMY Mikaela

CAN

46.79 +4.26
32 38 LEDECKA Ester

CZE

47.19 +4.66
33 29 HAEHLEN Joana

SUI

47.20 +4.67
34 43 HOFER Anna

ITA

47.23 +4.70
35 40 WENIG Michaela

GER

47.25 +4.72
36 48 MANGAN Patricia

USA

47.42 +4.89
37 4 KIRCHGASSER Michaela

AUT

47.61 +5.08
38 50 MERRYWEATHER Alice

USA

47.94 +5.41
39 51 SIMADER Sabrina

KEN

49.13 +6.60
40 45 SMALL Greta

AUS

49.42 +6.89
41 31 COOK Stacey

USA

49.96 +7.43
42 23 MANCUSO Julia

USA

50.52 +7.99
52 ROBNIK Tina

SLO

DNF
49 WILES Jacqueline

USA

DNF
47 WEIDLE Kira

GER

DNF
46 DENGSCHERZ Dajana

AUT

DNF
36 SKJOELD Maren

NOR

DNF
30 GAUCHE Laura

FRA

DNF
22 SOSIO Federica

ITA

DNF
18 DUERR Lena

GER

DNF
10 FEIERABEND Denise

SUI

DNF
2 MOWINCKEL Ragnhild

NOR

DNF

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment