Gare

C.A. Wengen: la prima di Muffat-Jeandet

C’erano due slalomisti in partenza, Luca Aerni e Victor Muffat-Jeandet. Il primo, che aveva i favori dei pronostici, ha fatto harakiri, uscendo un po’ da pollo nella prova a lui più congeniale. Il secondo ha vinto anche piuttosto nettamente. E’ il primo successo in carriera per il francese che prima di oggi aveva collezionato tre secondi posti e due terzi posti. a ben 96/100 il russo Pavel Trikhichev che proprio il podio non lo ha mai visto nemmeno da lontano. Quindi il nostro Peter Fill che dopo il podio di Bormio ha conquistato la coppa di specialità, seppur pare piuttosto ridicolo assegnarla con solo due competizioni. Il terzo gradino del podio se lo sono contesi in tre: Ha avuto la meglio Peter per 1 cetesimo su Jansrud e tre su Dominik Paris. L’austriaco Vincet Kriechmayr che aveva vinto nettamente la prova di discesa, ha coperto le prime 10 porte prima di uscire. Stessa sorte capitata a Christof Innerhofer che invece ha inforcato.

Luca Aerni ha buttato via una grande occasione. Un arretramento, che traa l’altro non fa mai, lo ha costretto a inclinarsi troppo su un netto cambio di pendenza ed è scivolato via. Peccato per lui perché la sua prova di discesa è stata maiuscola ad appena +2″15 da Kriechmayr. Ma come scritto nella cronaca della prima manche, le manche anche se si è favorito bisogna portarle a termine!

Ranking

RANK BIB NAME NAT RUN 1 Rk1 RUN 2 Rk2 Pr TOTAL DIFF
1 16 MUFFAT-JEANDET Victor

FRA

+2.55 27 49.08 1 26 2:35.29
2 37 TRIKHICHEV Pavel

RUS

+2.59 29 +0.92 2 27 2:36.25 +0.96
3 1 FILL Peter

ITA

+0.76 4 +2.94 15 1 2:36.44 +1.15
4 15 JANSRUD Kjetil

NOR

+1.07 7 +2.64 11 3 2:36.45 +1.16
5 12 PARIS Dominik

ITA

+0.74 3 +2.99 16 2 2:36.47 +1.18
6 3 CAVIEZEL Mauro

SUI

+1.56 14 +2.22 6 8 2:36.52 +1.23
7 9 MURISIER Justin

SUI

+2.37 24 +1.48 3 17 2:36.59 +1.30
8 8 MAYER Matthias

AUT

+1.12 8 +2.80 14 2:36.66 +1.37
9 18 BENNETT Bryce

USA

+1.43 11 +2.57 9 2 2:36.74 +1.45
10 7 KILDE Aleksander Aamodt

NOR

+1.00 6 +3.05 17 4 2:36.79 +1.50
11 32 LIGETY Ted

USA

+2.68 31 +2.04 5 20 2:37.46 +2.17
12 46 SCHWARZ Marco

AUT

+2.97 40 +1.79 4 45 2:37.50 +2.21
13 13 MERMILLOD BLONDIN Thomas

FRA

+2.54 26 +2.31 7 13 2:37.59 +2.30
14 19 DRESSEN Thomas

GER

+2.25 23 +2.65 12 9 2:37.64 +2.35
15 17 BAUMANN Romed

AUT

+1.56 14 +3.37 19 1 2:37.67 +2.38
16 2 BERTHOLD Frederic

AUT

+2.62 30 +2.44 8 14 2:37.80 +2.51
17 22 THOMPSON Broderick

CAN

+2.53 25 +2.59 10 8 2:37.86 +2.57
18 24 COCHRAN-SIEGLE Ryan

USA

+1.38 10 +3.76 21 8 2:37.88 +2.59
19 25 GOLDBERG Jared

USA

+1.50 12 +3.69 20 7 2:37.93 +2.64
20 49 BUZZI Emanuele

ITA

+2.18 22 +3.35 18 2 2:38.27 +2.98
21 4 MANI Nils

SUI

+1.82 17 +3.86 22 4 2:38.42 +3.13
22 30 TONETTI Riccardo

ITA

+3.49 45 +2.73 13 40 2:38.96 +3.67
23 54 MONSEN Felix

SWE

+2.70 32 +4.12 23 26 2:39.56 +4.27
24 42 ROMAR Andreas

FIN

+1.88 18 +4.96 26 6 2:39.58 +4.29
25 11 CATER Martin

SLO

+1.52 13 +5.39 29 12 2:39.65 +4.36
26 6 KOSI Klemen

SLO

+2.85 34 +4.51 24 25 2:40.10 +4.81
27 41 HROBAT Miha

SLO

+2.85 34 +4.91 25 24 2:40.50 +5.21
28 60 SEJERSTED Adrian Smiseth

NOR

+2.94 39 +5.20 27 28 2:40.88 +5.59
29 27 WEBER Ralph

SUI

+3.01 41 +5.56 30 29 2:41.31 +6.02
30 33 WINDINGSTAD Rasmus

NOR

+3.42 44 +5.37 28 14 2:41.53 +6.24
40 VUKICEVIC Marko

SRB

+3.52 46 Next
67 MAPLE Wiley

USA

+3.09 42 DNS
64 CAZZANIGA Davide

ITA

+3.23 43 DNS
63 PERKO Rok

SLO

+6.01 62 DNS
62 STRIEDINGER Otmar

AUT

+4.06 49 DNS
56 KLINE Bostjan

SLO

+2.88 36 DNS
55 FERSTL Josef

GER

+2.82 33 DNS
53 CASSE Mattia

ITA

+2.92 38 DNS
31 REICHELT Hannes

AUT

+0.59 2 DNS
43 GIEZENDANNER Blaise

FRA

+2.89 37 DNF
36 ROULIN Gilles

SUI

+2.16 21 DNF
35 ROGENTIN Stefan

SUI

+2.58 28 DNF
28 INNERHOFER Christof

ITA

+0.84 5 DNF
23 BARANDUN Gian Luca

SUI

+1.81 16 DNF
20 KRIECHMAYR Vincent

AUT

1:43.66 1 DNF
14 GISIN Marc

SUI

+1.14 9 DNF
10 MUZATON Maxence

FRA

+1.93 19 DNF
5 AERNI Luca

SUI

+2.15 20 DNF

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment