Gare

CdM Kranjska: Ligety domina, 5° Simoncelli, Longhi a punti

CdM Kranjska: Ligety domina, 5° Simoncelli, Longhi a punti. Ted Ligety vince per la terza volta consecutiva sulla Podkoren di Kranjska Gora grazie ad una splendida seconda manche, nella quale l’americano sopravanza Aksel Lund Svindal primo a metà gara. Ligety ferma il cronometro sul tempo di 2’22″02 precedendo di 34 centesimi l’austriaco Marcel Hirscher e per 51 il norvegese Kjetil Jansrud.

Svindal termina al quarto posto davanti all’azzurro Davide Simoncelli, quinto a 98 centesimi ,nonostante abbia dovuto fare tre quarti della seconda frazione senza un bastoncino, perso nell’impatto con una porta. Manfred Moelgg ha chiuso all’ottavo posto con 1″59 di ritardo e Max Blardone è nono a 1″60. Gran rimonta per Michael Gufler, 12/o dal 30/o posto della prima manche grazie al miglior tempo nella seconda frazione. Bene anche Florian Eisath 14/o. L’Italia piazza anche Alex Ploner 17/o, Alberto Schieppati 19/o e Omar Longhi 29/o. E con lui l’Italia ne piazza 8 nei trenta. Non si era qualificato nella prima manche Wolfgang Hell.

“Ho fatto il massimo e sono contento perché la mia sciata c’è – ha detto Simoncelli all’arrivo -. Oggi è andata così, mi si è sganciato un bastone e mi sono dovuto arrangiare. Domani c’è un’altra gara e c’è subito l’occasione per rifarsi”.

Ordine d’arrivo del gigante di Kranjska Gora (Slo):

1. (2) LIGETY Ted  1984  USA   2’22″02

2. (3) HIRSCHER Marcel  1989  AUT   +0″34

3. (6) JANSRUD Kjetil  1985  NOR   +0″51

4. (1) SVINDAL Aksel Lund  1982  NOR   +0″82

5. (4) SIMONCELLI Davide  1979  ITA   +0″98

6. (9) RICHARD Cyprien  1979  FRA   +1″04

7. (5) JANKA Carlo  1986  SUI   +1″30

8. (8) MOELGG Manfred  1982  ITA   +1″59

9. (7) BLARDONE Massimiliano  1979  ITA   +1″60

10. (13) BAUMANN Romed  1986  AUT   +2″16

11. (12) RAICH Benjamin  1978  AUT   +2″23

12. (30) GUFLER Michael  1979  ITA   +2″34

13. (17) BERTHOD Marc  1983  SUI   +2″77

14. (23) EISATH Florian  1984  ITA   +2″91

15. (10) SCHOERGHOFER Philipp  1983  AUT  +2″99

16. (15) KARLSEN Truls Ove  1975  NOR   +3″03

17. (14) PLONER Alexander  1978  ITA   +3″04

18. (16) MISSILLIER Steve  1984  FRA   +3″07

19. (23) SCHIEPPATI Alberto  1981  ITA   +3″08

20. (18) LARSSON Markus  1979  SWE   +3″11

21. (28) FORD Tommy  1989  USA   +3″36

21. (19) VILETTA Sandro  1986  SUI   +3″36

23. (26) NOESIG Christoph  1985  AUT   +3″45

24. (29) BANK Ondrej  1980  CZE   +3″50

25. (21) ZURBRIGGEN Silvan  1981  SUI  +3″51

26. (22) KRYZL Krystof  1986  CZE   +3″73

27. (25) SIEBER Bjoern  1989  AUT   +4″16

27. (20) JITLOFF Tim  1985  USA   +4″16

29. (27) LONGHI Omar  1980  ITA   +5″04

 

 

 

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment