Gare

Che discesa! A Odermatt la generale, a Kilde la specialità, a Kriechmayr la gara

Che discesa! A Odermatt la generale, a Kilde la specialità, a Kriechmayr la gara.
Che finale! Che discesa! Quante emozioni!  Davvero tutto molto emozionante sulla Eclipse di Courchevel, dove Vincent Kriechmayr vince l’ultima gara veloce davanti a Marco Odermatt e a Beat Feuz. Situazione che decreta due verdetti: Marco Odermatt vince la generale e Aleksander Aamodt Kilde la coppa di discesa. Per noi la felicità di vedere sul terzo gradino della discesa Dominik Paris.

Ma tutto è stato in bilico fino alla fine.

L’attenzione era tutta sulla sfida tra Beat Feuz e Aleksander Aamodt Kilde. L’elvetico fa del suo e si siede sulla poltroncina del leader. Poi tocca al norvegese che lo rincorre per tutta la gara fin quando va in luce verde di 7 centesimi. Ma nell’ultima curva, piede destro, va lungo e perde il vantaggio fino a tagliare il traguardo con 31 centesimi di ritardo.

Ma la gara è appena iniziata. C’è Matthias Mayer che potrebbe precederli o mettersi tra i due. Ma sbaglia completamente anche lui una curva e perde 1″56. Tocca al nostro Dominik Paris che scia bene e trova il massimo adattamento nelle curve un po’ troppo strette della seconda parte.

L’obiettivo per l’Azzurro è mettere un piede sul podio della specialità. Obiettivo che sfuma poco dopo perché Marco Odermatt si mette davanti a tutti e potrebbe mettere la firma sulla sua prima vittoria in Coppa del Mondo di discesa.

Per 5 punti è terzo davanti all’Azzurro. Una prova splendida quella di Marco, risolta nelle curve di una pista che probabilmente per i Mondiali dovrà raddrizzare qualche angolo di troppo. Tutto finito?

Macché, scende Vincent Kriechmayr e si inventa una discesa incredibile! Non alza nemmeno uno sbuffetto di neve e domina la gara. È suo il miglior tempo (- 34/100) per la felicità di Kilde che ora ha 13 punti su Feuz e di Dominik Paris che torna terzo con 10 punti di vantaggio su Odermatt. Rimane però ancora in bilico perché Daniel Hemetsberger si mette davanti a Domme e ora il vantaggio del nostro campione su Odermatt è di soli 5 punti. Se viene superato da un altro ciao terzo posto. Non ci riuscirà nessuno: Matteo Marsaglia è undicesimo, Christof Innerhofer in fondo alla classifica. Nessuno riuscirà a inserirsi. le tante emozioni finiscono qui al termine di un grande show!

LA CLASSIFICA DELLA GARA

LA CLASSIFICA DI SPECIALITA’

LA CLASSIFICA GENERALE

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment