Gare

Combi Soldeu: Gagnon up, Vonn e Gut down!

Lindsey Vonn incassa una vittoria anche in terra Andorrana. Non ha vinto, in realtà, anzi in slalom è stata proprio deludente (ma si poteva chiedere di più?), ma per com’è andata, è come se avesse portato a casa un successo: Lara Gut non è riuscita a rimanere sul percorso e per come

Lara Gut esce nello slalom della combinata
Lara Gut esce nello slalom della combinata

è andata ieri, non può che essere felice.
La canadese Marie-Michele Gagnon, come prevedibile, ha recuperato diverse posizioni vincendo alla grande (second vittoria in carriera). E’ riuscita a tenere duro e a mettersi davanti alla specialista elvetica Wendy Holdener per 20/100 mentre al terzo posto si è piazzata la brava francese Anne-Sophie Barthet.

Federica Brignone ha incassao un altro bel risultato. Un quarto posto

Federica brignone impegnata nello slalom della combinata
Federica brignone impegnata nello slalom della combinata

che mai aveva raggiunto in combinata. Non è salita sul podio, ma questo risultato  le regala ancora più fiducia se mai ne avesse ancora bisogno. In slalom esce spesso, per cui non ha ancora trovato la tranquillità necessaria per attaccare e applicare la sua mentalità vincente. E’ molto probabile che non abbia dato proprio il masimo, nella volotnà di tagliare il traguardo. Per com’è andata a finire rimane un pizzico di rammarico: fuori la Gut, fuori la Ross e con la Stuhec fuori fase in slalom e Lindsey impegnata nel suo romanzo all’americana, poteva anche finire sul podio che rimane distante 18 centesimi.
Bellissimo il recupero dalla 39esima piazza dopo il superG di Mikaela Shiffrin che ha chiuso all’ottavo posto, facendo segnare il quarto miglior tempo tra i rapid gates

LE ALTRE AZZURRE
Johanna Schnarf , dopo l’ottima prova in superG, chiuso al sesto posto a pari merito con Federica Brignone, non è riuscita in salom a trovare la strada del podio, rifugiandosi nelle retrovie. Elena Curtoni, dopo poche porte, all’uscita da una doppia, ha inforcato nettamente. peccato! Stessa sorte per Francesca Marsaglia, ottima nona dopo il superG. Peccato anche per lui. Sofia Goggia ci ha provato, ma tra i rapid gates si comporta da velocista, per cui non ci si poteva attendere chissà che. Out anche Marta Bassino.

In Coppa del mondo ora Lindsey Vonn comanda con 28 punti su Lara Gut e 321 su Viktoria rebensburg, mentre Fede Brignone sale in 7a posizione con 623 punti

Ranking

RANK BIB NAME NAT RUN 1 Rk1 RUN 2 Rk2 Pr TOTAL DIFF
1 8 GAGNON Marie-Michele

CAN

+0.96 13 +0.06 2 12 1:43.66
2 10 HOLDENER Wendy

SUI

+1.22 25 45.60 1 23 1:43.86 +0.20
3 3 BARTHET Anne-Sophie

FRA

+1.36 27 +0.27 3 24 1:44.27 +0.61
4 31 BRIGNONE Federica

ITA

+0.55 6 +1.26 6 2 1:44.45 +0.79
5 34 KOPP Rahel

SUI

+1.19 24 +1.05 5 19 1:44.88 +1.22
6 15 MIRADOLI Romane

FRA

+0.94 11 +1.54 8 5 1:45.12 +1.46
7 45 BRUNNER Stephanie

AUT

+1.12 19 +1.42 7 12 1:45.18 +1.52
8 33 SHIFFRIN Mikaela

USA

+1.93 39 +0.66 4 31 1:45.23 +1.57
9 44 CRAWFORD Candace

CAN

+0.91 10 +1.88 12 1 1:45.43 +1.77
10 11 SCHNARF Johanna

ITA

+0.55 6 +2.27 17 4 1:45.46 +1.80
11 25 STUHEC Ilka

SLO

+0.41 4 +2.42 19 7 1:45.47 +1.81
12 23 FEIERABEND Denise

SUI

+1.13 20 +1.73 11 8 1:45.50 +1.84
13 20 VONN Lindsey

USA

57.04 1 +2.95 21 12 1:45.59 +1.93
14 37 HAASER Ricarda

AUT

+1.18 23 +1.96 13 9 1:45.78 +2.12
14 6 WORLEY Tessa

FRA

+0.97 14 +2.17 15 1:45.78 +2.12
16 36 SCHNEEBERGER Rosina

AUT

+1.05 15 +2.26 16 1 1:45.95 +2.29
17 35 SKJOELD Maren

NOR

+1.72 30 +1.70 10 13 1:46.06 +2.40
18 21 KIRCHGASSER Michaela

AUT

+1.84 36 +1.59 9 18 1:46.07 +2.41
19 14 BRODNIK Vanja

SLO

+1.71 29 +2.15 14 10 1:46.50 +2.84
20 30 KLING Kajsa

SWE

+0.26 2 +3.74 26 18 1:46.64 +2.98
21 41 GOGGIA Sofia

ITA

+1.09 17 +3.05 22 4 1:46.78 +3.12
22 2 PUCHNER Mirjam

AUT

+1.36 27 +2.87 20 5 1:46.87 +3.21
23 39 SCHEYER Christine

AUT

+1.87 37 +2.41 18 14 1:46.92 +3.26
24 18 MOWINCKEL Ragnhild

NOR

+0.82 8 +3.47 25 16 1:46.93 +3.27
25 1 COOK Stacey

USA

+1.08 16 +3.80 28 9 1:47.52 +3.86
26 49 PREFONTAINE Marie-Pier

CAN

+1.82 35 +3.34 24 9 1:47.80 +4.14
27 55 PAULATHOVA Katerina

CZE

+2.10 40 +3.16 23 13 1:47.90 +4.24
28 27 NUFER Priska

SUI

+1.73 31 +3.79 27 3 1:48.16 +4.50
29 43 SUTER Corinne

SUI

+1.24 26 +4.41 29 3 1:48.29 +4.63
30 26 VENIER Stephanie

AUT

+1.76 32 +4.76 30 2 1:49.16 +5.50
31 4 WILES Jacqueline

USA

+1.79 33 +5.15 31 2 1:49.58 +5.92
32 24 DORSCH Patrizia

GER

+0.94 11 +17.02 32 21 2:00.60 +16.94
16 FERK Marusa

SLO

+2.34 42 Started
48 GASIENICA-DANIEL Maryna

POL

+2.50 43 Next
38 HAEHLEN Joana

SUI

+1.90 51 DNS
9 HUETTER Cornelia

AUT

+1.88 38 DNS
42 BASSINO Marta

ITA

+1.79 33 DNF
29 KRIZOVA Klara

CZE

+2.14 41 DNF
22 BAILET Margot

FRA

+1.17 22 DNF
19 MARSAGLIA Francesca

ITA

+0.83 9 DNF
17 GUT Lara

SUI

+0.43 5 DNF
13 CURTONI Elena

ITA

+1.09 17 DNF
12 ROSS Laurenne

USA

+0.26 2 DNF
7 MAIER Sabrina

AUT

+1.14 21 DNF

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment