Gare

Combinata Nordica: Pittin/Costa terzi in Val di Fiemme

Era il dicembre 2013 nella Team Sprint di Ramsau quando Alessandro Pittin e Samuel Costa erano riusciti a salire sul podio l’ultima volta prima di oggi. Eh sì, perché in Val di Fiemme, la coppia azzurra è tornata protagonista.   Il podio azzurro va a coronare l’ottimo periodo di Costa e riporta alla ribalta Alessandro Pittin, in crescita di rendimento nella stagione, soprattutto nelle gare dal trampolino piccolo. Oggi però l’azzurro di Cercivento si è difeso anche dall’HS134 di Predazzo e insieme con Costa, oggi autore di una grande prestazione nel salto, si è presentato al via dei 15 km di fondo con 59 secondi di svantaggio dalla Germania.

Alessandro Pittin (ITA) in testa alla gara e la caduta di Joergen Graabak (NOR) (Foto Newspower.it)
Alessandro Pittin (ITA) in testa alla gara e la caduta di Joergen Graabak (NOR) (Foto Newspower.it)

La condotta di gara è subito chiara: Pittin va alla rimonta immediata e Costa mantiene, così in quattro giri il divario è colmato e le prime sette squadre sono tutte agganciate in testa alla gara. Poi si succedono i cambi, ma nessuno prende decisamente l’iniziativa, sino a che si arriva all’ultima tornata, con sprint finale e Pittin taglia il traguardo al terzo posto, alle spalle di Joergen Graabak di Norvegia I e di Miroslav Dvorak di Repubblica Ceca I.
La classifica finale dice quindi Norvegia, con 3 decimi su Repubblica Ceca e 9 decimi sull’Italia. 15/a Italia II con Manuel Maierhofer e Lukas Runggaldier.

Il cambio dei due italiani Alessandro Pittin e Samuel Costa (Foto Newspower.it
Il cambio dei due italiani Alessandro Pittin e Samuel Costa (Foto Newspower.it

Ordine d’arrivo Team Sprint Val di Fiemme:
1. Norvegia I 35’07″4
2. Repubblica Ceca +0″3
3. Italia I +0″9
4. Finlandia I +2″7
5. Germania II +11″6
6. Germania I +33″9
7. Austria I +36″6
8. USA I +40″0
9. Francia +49″3
10. Finladia II +1’43″5

15. Italia II +4’02″0

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment