Gare

Combinata: siamo messi bene!

Aksel Lund Svindal si è svegliato ed ha ingranato la marcia Mondiale. Avesse sciato così in superG e discesa… E’ al comando al termine della discesa con 63 centesimi sullo svizzero Beat Feuz, ma subito dopo c’è l’Italia di Innerhofer a +1.18 e di Fill a 1.34. Il Campione del mondo di superg, nonché bronzo in discesa, era nettamente in vantaggio fino a prima del piano, poi le solette dei suoi Rossignol hanno lasciato un  secondo nel tratto di pura scorrevolezza. Da quel punto Christof e Peter hanno fatto gara parallela. Dominik Paris non ha condotto una gara esemplare e il ritardo di 2 secondi e 2 è abbastanza elevato, ma è pur sempre ottavo. Ora, tra i pretendenti alle medaglie bisognerà stare attenti a Silvan Zurbriggen (tra i pali ci sa fare eccome), che dopo la libera è sesto a 1.62 da Svindal, quindi c’è anche Ondrej Bank che è davanti a lui a +1.51. Il trentenne della Repubblica Ceka, quest’anno ha al suo attivo un 7°e un 13° posto negli slalom di Coppa,ma se riesce a star dentro è davvero pericoloso, considerando che a Chamonix è arrivato sesto, decimo a Wengen, ottavo a Kitzbühel e settimo a Wengen. In ballo ci sono ancora Benjamin Raich e Bode Miller ma i due assi hanno rimediato un ritardo importante difficile da rosicchiare nello slalom, che presumibilmente avrà un tracciato semplice. L’austriaco, dodicesimo, paga 3.01 mentre l’americano, decimo, deve recuperare 2 secondi e mezzo. Inspiegabile la discesa di Bode che da metà pista al traguardo ha assunto una posizione molto simile a una ricognizione: totalmente in piedi quasi a prendersi beffa della competizione. Tra gli azzurri c’è anche Paolo Pangrazi, quattordicesimo a 3.17. Lo slalom è previsto alle 14. Non hanno preso il via Ivica Kostelic e Carlo Janka: un’occasione da non perdere. 
Da ricordare, infine, che il campione del Mondo in carica è proprio Svindal che a Val d’Isère riuscì a battere il francese Lizeroux (riuscì a recuperare quasi 3 secondi in slalom a Svindal) e il croato Natko Zrncic-Dim (oggi 16esimo a 3"76), mentre Peter Fill concluse al quinto posto, alle spalle di Zurbriggen. Innerhofer fu quindicesimo dopo aver fatto segnare il quarto miglior tempo in discesa

Rank Bib FIS Code Name Year Nation Run 1 Run 2 Total Time
 1  21  421328 SVINDAL Aksel Lund  1982  NOR   1:59.49    1:59.49
 2  11  511383 FEUZ Beat  1987  SUI   2:00.12    2:00.12
 3  22  293006 INNERHOFER Christof  1984  ITA   2:00.67    2:00.67
 4  15  292455 FILL Peter  1982  ITA   2:00.83    2:00.83
 5  7  150398 BANK Ondrej  1980  CZE   2:01.00    2:01.00
 6  18  510890 ZURBRIGGEN Silvan  1981  SUI   2:01.11    2:01.11
 7  26  180570 ROMAR Andreas  1989  FIN   2:01.19    2:01.19
 8  9  291459 PARIS Dominik  1989  ITA   2:01.51    2:01.51
 9  5  20267 ESTEVE RIGAIL Kevin  1989  AND   2:01.81    2:01.81
 10  19  532431 MILLER Bode  1977  USA   2:02.01    2:02.01
 11  8  534562 LIGETY Ted  1984  USA   2:02.34    2:02.34
 12  17  50625 RAICH Benjamin  1978  AUT   2:02.50    2:02.50
 13  16  421483 JANSRUD Kjetil  1985  NOR   2:02.56    2:02.56
 14  10  294904 PANGRAZZI Paolo  1988  ITA   2:02.66    2:02.66
 15  6  90131 GEORGIEV Georgi  1987  BUL   2:02.74    2:02.74
 16  13  380292 ZRNCIC-DIM Natko  1986  CRO   2:03.25    2:03.25
 17  12  51327 PUCHNER Joachim  1987  AUT   2:03.26    2:03.26
 18  2  421400 MYHRE Lars Elton  1984  NOR   2:03.39    2:03.39
 19  28  53853 SIEBER Bjoern  1989  AUT   2:03.49    2:03.49
 20  3  491129 TERRA Ferran  1987  SPA   2:03.70    2:03.70
 21  30  380298 SIROKI Tin  1987  CRO   2:04.74    2:04.74
 22  23  20174 VIDOSA Roger  1984  AND   2:04.89    2:04.89
 23  4  150495 VRABLIK Martin  1982  CZE   2:05.97    2:05.97
 24  1  534959 JITLOFF Tim  1985  USA   2:06.02    2:06.02

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment