Gare

Coppa Europa: A Simonet il 1° slalom

Tre Azzurri nei primi 10, sei nei primi quindici, ma nessuno sul podio nell’opening stagionale di Coppa Europa. Lo slalom di Levi è andato allo svizzero Sandro Simonet, al suo secondo trionfo in carriera nella competizione (l’altro l’aveva ottenuto nel 2017 in combinata), davanti al croato Elias Kolega, mentre Simon Maurberger, che era al comando dopo la prima manche, ha pagato caro un errore tra il primo e il secondo intermedio nella seconda chiudendo al quattordicesimo posto.

Il migliore degli azzurri è stato così Federico Liberatore, finito quinto a 14 centesimi dalla terza piazza conquistata dal tedesco Linus Strasser: anche lui, nella seconda manche, non è riuscito a ripetere la buona prova del mattino. Al contrario Francesco Gori, con il secondo tempo di manche, ha rimontato dodici posizioni trovando un buon ottavo posto e mettendosi alle spalle (oltre a Maurrbeger), i suoi compagni di squadra Giuliano Razzoli, Alex Vinatzer e Fabian Bacher, decimo, undicesimo e dodicesimo tutti racchiusi nel giro di undici centesimi. Attardati, infine, Zingerle (24°), Ballerin (32°) e Ronci (42°).

Ordine d’arrivo SL maschile Coppa Europa Levi (Fin)
1. SIMONET Sandro SUI 58.10 54.52 1.52.62
2. KOLEGA Elias CRO 58.67 54.06 1.52.73 +0.11
3. STRASSER Linus GER 58.28 54.68 1.52.96 +0.34
4. HOLZMANN Sebastian GER 58.01 54.97 1.52.98 +0.36
5. LIBERATORE Federico ITA 58.13 54.97 1.53.10 +0.48
6. KHOROSHILOV Alexander RUS 58.92 54.21 1.53.13 +0.51
7. SPIK Jakob SLO 59.19 54.21 1.53.40 +0.78
8. GORI Francesco ITA 59.62 53.79 1.53.41 +0.79
9. RODES Istok 59.21 54.21 1.53.42 +0.80
10. RAZZOLI Giuliano ITA 58.98 54.45 1.53.43 +0.81
11. VINATZER Alex ITA 59.44 54.02 1.53.46 +0.84
12. BACHER Fabian ITA 59.12 54.40 1.53.52 +0.90
14. MAURBERGER Simon ITA 57.97 55.73 1.53.70 +1.08

24. ZINGERLE Hannes ITA 59.49 54.78 1.54.27
32. BALLERIN Andrea ITA 1.00.23 54.71 1.54.94 +2.32
42. RONCI Giordano ITA 1.00.23 55.50 1.55.73 +3.11

About the author

Marco Di Marco

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.