Gare

Coppa Europa: Nadia Delago inarrestabile!

Non c’è più alcun dubbio:  la Giovane Italia della velocità femminile ha scoperto un piccolo talento: Nadia Delago, sorellina di Nicol, in Coppa Europa oggi ha vinto la discesa sulla pisgta VolatA in val di Fassa, la stessa pista che ospiterà i Mondiali Junior a febbraio.  Si tratta del terzo successo in stagione, considerando che solo ieri  nella prima discesa sulla pista La Volata, avecva concluso al secondo posto. Bel risultato ma n on le era andata giù, così oggi si è ampiamente rifatta!

Un vero capolavoro quello di Nadia: partita con il pettorale numero 12, è andata subito forte, con il terzo tempo al primo intermedio, poi ha guadagnato sempre più velocità e al traguardo si è messa alle spalle sia Juliana Suter, a 56 centesimi, che Elisabeth Reisinger, a 58. Stesso podio del giorno precedente, dunque, ma con posizioni diverse: la conferma che le migliori atlete di Coppa Europa, in discesa, sono loro.

Presto, però, vedremo Nadia nel massimo circuito insieme alla sorella Nicol, altro grande talento che purtroppo è uscita a Cortina quando era in piena lotta per il podio. Domenica la più piccola delle Delago debutterà finalmente in Coppa del mondo, dopo che il maltempo di St. Anton, con conseguente cancellazione della tappa austriaca, le aveva impedito di realizzare il proprio sogno la settimana scorsa. La 21enne è stata infatti convocata per partecipare al superG, insieme a Federica Sosio, oggi uscita.

La Delago consolida la leadership nella classifica di specialità con 380 punti contro i 290 della Reisinger, mentre nella graduatoria generale sale al secondo posto a quota 393, a 66 punti dall’austriaca. Resta quarta Roberta Melesi, che con il quarto posto ottenuto oggi in discesa (che non è la sua specialità) sale a 300 punti. Avrà la possibilità di guadagnare terreno sulle discesiste nel prossimo appuntamento di Coppa Europa, i giganti di Zinal di lunedì 21 e martedì 22 gennaio.
da fisi.org

About the author

Marco Di Marco

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.