Gare

Coppa Italia Master: Finali Abetone – 3° giorno

Come “tutti i salmi” anche questa Coppa Italia Master 2019 è finita in “Gloria”. L’assoluto vincitore è stato l’Abetone, tre giorni perfetti, nessun errore o mancanza. Piste preparate in maniera eccezionale che hanno permesso agonismo al top, grazie a: Gianpiero Danti e alla sua equipe. Il Pool Firenze, organizzatore, ha reso tutto facile, rispetto assoluto dei tempi e tutto come da regolamento, cosa non sempre facile da mantenere, ma qui lo è stato. Per la terza volta conferma dei delegati che si sono alternati nelle direzioni delle gare: Danilo Di Pirro e Vincenzo Del Principe, sono due persone capaci, esperti in grado di condurre le gare nel migliore dei modi, speriamo di averli ancora. La gara, con 128 iscritti, iniziata alle ore 9, grazie anche ai Cronometristi di Pistoia, ha visto la premiazione terminare alle 12, non credo succeda spesso, anche perché sono state premiate tutte le categorie, le prime 10 Società ed è stata letta la classifica finale della Coppa Italia Master 2018-19, la cui premiazione avverrà nel contesto della festa dedicata al: Master dell’anno, il 25 maggio, a Forte dei Marmi alla Capannina di Franceschi. Resoconto gara fatto in ottica di Coppa, chiedo scusa se dò minore importanza ai risultati specifici. Tra le donne del Gruppo D, oggi.

Martina Checcarelli, Prato Play, assoluto femminile

Martina Checcarelli, Prato Play, è stata implacabile ed ha rifilato ½ secondo alla grande: Chiara Pedroni, brave entrambe, spigliate e simpatiche a tutti. Non solo Martina e Chiara, oggi in 5, nello spazio di 1 secondo e 24 centesimi, ci sono nell’ordine: Sabrina Fanfani, sc Marzocco Firenze, Lucia Ancillotti, Team Top Ski, Alessandra Pietroni, sc Marzocco Firenze, bravissime, un gran bel traino per l’agonismo femminile, un gran bel vedere in gara ed alle premiazioni. Oltre gli assoluti facciamo rifermento alla Coppa Italia, iniziando dalla insostituibile: Anna Fabretto Martinelli, Abele Marinelli, sempre competitiva su tutte le piste che si vince la sua Coppa con il punteggio “pieno”. Nella D8 è: Margherita Sabadin, sc 18, prima nella gara odierna e in coppa, nella quale manca il punteggio pieno per un errore della sua segreteria che non l’ha iscritta al superg di venerdì. Nella D7 ha dominato tutta la stagione: Alessandra Andreini, ski team Firenze, oggi è stata squalificata per salto di porta ma la coppa oramai è acquisita ed è quello che conta, brava “Danda”; la vittoria è andata a: Francesca Bencini, sc Marzocco Firenze, alla quale, questo risultato, permette di passare dal 4° al secondo posto in Coppa. Nella D6 si conferma vincitrice di Coppa: Giuliana Ballabio, sc Albavilla, oggi un poco più prudente, ma seconda in gara; è stata preceduta dalla sua avversaria stagionale: Marina Capretta, sc 18, seconda in Coppa Italia che aveva pregiudicato, con l’uscita in slalom, le possibilità di vittoria. Nella D5 abbiamo la categoria più combattuta, con atlete di altissimo livello, nel gigante odierno ha vinto: Sabrina Fanfani, sc Marzocco Firenze, bravissima e molto determinata, non così in coppa dove ha limitato la partecipazione; secondo posto di gara e di assoluta di Coppa per: Lucia Ancillotti, Team Top Ski, Lucia aveva già vinto le due precedenti gare, bilancio assolutamente positivo; terzo posto di oggi ma vittoria di Coppa per: Alessandra Pietroni, sc Marzocco Firenze, si è presentata a queste finali con il massimo punteggio, si è permessa di non fare lo slalom, ripromettendosi però di allenarsi, per essere più competitiva la prossima stagione anche in questa specialità, un “brava” assolutamente meritato; terzo posto di coppa alla “Svizzera/ Veneta”: Silvia Rossato, sc Marzotto, terza si è presentata ed è riuscita a mantenere la posizione resistendo agli attacchi delle avversarie. Ci è mancata: Silvia Morselli, sc Val D’Ayas, protagonista agli italiani, la brava e simpatica valdostana non è potuta essere presente a queste finali ma la coppa oramai era vinta. Arriviamo alla D2, dove il martello: Chiara Pedroni, sc Sestola, ha picchiato duro tutta la stagione, anche se ha lasciato la vittoria odierna è arrivando seconda, la Coppa Italia l’ha vinta, con il massimo punteggio. Rimane la D1, dove: Martina Checcarelli, Prato Play, oggi vince gara e coppa, la gara con il primato assoluto, una gran bella e meritata vittoria, anche per consolarsi dell’uscita di ieri in slalom, la coppa era già sua. Categorie maschili, Gruppo A, assoluto di Gruppo e primo in Coppa: Gian Mauro Piantoni, sc Orezzo Valseriana, tecnica e voglia di vincere, ne fanno un campione completo. Secondo tempo in gara ed in coppa per: Andrea Acquaroni, sc EUR, si conferma tra i più bravi, è regolarmente in cima alle classifiche su tutti i terreni ed in tutte le specialità, si merita un applauso. Terzo posto dell’assoluta degli A, per: Tommaso Zanobini, sc Marzocco Firenze, non presente in Coppa, oggi ha vinto la categoria. Non ha preso il via: Giacomo Colzi, Team Top Ski, un problemino alla spalla glielo ha impedito ma la vittoria in coppa era oramai acquisita.

Meritata foto di- Andrea Acquaroni, sc EUR, per la sua costante presenza al vertice delle classifiche

 

Tutte confermate le posizioni in Coppa del Gruppo B, nella B6 primo: Massimo Treccani, OS Noi, con Renzo del Tredici, Prato Play e: Paolo Felicetti a seguire. Nella B5, era primo ed oggi si conferma: Paolo Lorati, sc Pontedilegno, con Mauro Lapucci, sc Marzocco Firenze al secondo, sorpasso di Massimo Cavalieri, sc Marzocco Firenze a danno dell’infortunato Rolando Galli, Prato Play, Massimo con questo risultato sale sul podio della B5 facendo scendere Rolando. Come detto ieri, assente per infortunio: Franco Pittino, oramai vincitore di coppa, abbiamo avuto la conferma di: Michele Tommasi, sc Pontedilegno, secondo in gara ma punteggio pieno di coppa, secondo posto; tre regolarissimi terzi, nelle tre specialità come non essere anche terzi in Coppa, l’autore di questa sequenza è: Daniele Corcos, sc Marzocco Firenze. Per quanto riguarda i tempi di gara grandissima prestazione di: Roberto Siorpaes, Pol.

Curzio Castelli, Radici Group, primo in gara e primo in Coppa Italia

 

Caprioli, il suo è il miglior tempo assoluto, impressionante la tecnica e la potenza espressa; bella prestazione anche di: Carlo Degli Esposti, sc Cortina, che gli permette di realizzare il secondo tempo di Gruppo; se è alto il livello tra i migliori non può mancare: Paolo Lorati, sc Pontedilegno, il podio assoluto oggi è stato veramente super.

Nello Calmanti, Prato Play, classe 1931 e primo della categoria C12.

Rimane ancora il gruppo più numeroso, il C, dove tre bellissimi sciatori si sono confrontati ad altissimo livello ed in uno spazio di 38 centesimi abbiamo avuto, al primo posto: Corrado Canonico, Master Team Pila, al secondo (6 centesimi): Gianfranco Setti, Team Alto Garda ed al terzo: Franco Maggiorelli, sc Siena, tre regioni, tre campioni. Per la Coppa abbiamo proprio questi tre atleti ai primi tre posti della C7, saranno: Corrado Canonico, Gianfranco Setti e Franco Maggiorelli a salire sul podio alla Capannina ricevendo il meritato applauso; nella C8, abbiamo: Enrico Rossi, Massimo Panzani e Giancarlo Veritti, atleti sempre al vertice, sempre presenti alle premiazioni, apprezzati e stimati da tutti chissà se saranno anche fra i papabili alla nomina di “MASTER DELL’ANNO”, mentre, nella gara di oggi, con Enrico fuori, Giancarlo e Massimo, si sono visti superare da una specialista delle piste “dure”, il fresco Campione Italiano degli Alpini: Piercarlo Silva, Amici DM, che in coppa è finito al 4° posto. Dominio di: Curzio Castelli, Radici Group, nella C9, anche per lui più è impegnativa la pista più si trova bene, primo in gara ed in coppa, ha solo lasciato il vertice di categoria nella gara di superg. Oggi fuori il secondo nella classifica finale di Coppa: Antonio Zecchini, sc Marzotto, aveva vinto il superg e arrivato secondo in slalom, anche per lui tanto merito per gli eccellenti risultati; secondo oggi e terzo in Coppa: Paolo Lora, sc Marzotto, il bravo “Lopa” come famigliarmente viene chiamato, conferma l’alto livello di prestazione che lo ha contraddistinto quest’anno; ancora: Antonio Tocci, sc Pistoia, terzo nel gigante odierno. Nella C10, meritata vittoria di categoria e di Coppa per l’instancabile: Gianfredo Puca, SAI Napoli, vincitore dello slalom di ieri e, sempre in slalom, del titolo di: Campione italiano, un atleta che fa onore allo sci italiano. Nella C11, in gara oggi il primato è di: Paolo Nardi, Team Top Ski, atleta che eccelle anche in simpatia ed affabilità, arguto e brillante come la sua “toscanità” richiede; secondo tempo in gara e nuova vittoria di Coppa per: Gianfranco Pastorino, sc Glory’s, anche questa è stata fortemente voluta e combattuta con il suo storico avversario: Gian Franco Guastini, sc Marzocco Firenze, vincitore dello slalom di ieri.

Sabrina Fanfani, sc Marzocco Firenze, prima della categoria D 5

Nella C12 due personaggi eccezionali, la gara oggi è stata vinta da: Nello Calmanti, Prato Play, è veramente stimolante frequentarlo, spirito sempre positivo, salta dal gradino alto del podio, cosa c’è di strano direte, forse ho dimenticato di dire che il bravo “Nello” è del 1931 ed i suoi anni sono 88!!! Il vincitore di Coppa, sempre nella C12 è: Alfonso Morselli, Edelweiss 1957, oggi impegnato non ha potuto essere presente ma la coppa oramai era vinta da tutta una serie di ottimi risultati.

Alcuni degli atleti delle 10 società premiate, il primo a sx è il Delegato tecnico: Danilo Di Pirro

Ci sarà modo di fare un altro pezzo sulla coppa, con preciso riferimento alle società vincenti, per ora solo un cenno alla prima classificata, lo sci club Marzocco Firenze che, dopo la pausa dello scorso anno, riprende la sua infinita serie di vittorie. Nella speciale classifica per Comitati FISI, la vittoria al Comitato Regionale Toscano.

Tags