Gare

Cortina, Marta Bassino vola sul terzo posto nel superG vinto da Mowinckel

Cortina, Marta Bassino vola sul terzo posto nel superG vinto da Mowinckel.
Una vittoria netta e anche meritata quella ottenuta oggi nel superG di Cortina dalla norvegese Ragnhild Mowinckel che si prende una bella rivincita dopo che ieri la sua compagna Kajsa Lie l’aveva buttata fuori dal podio. Sono ben 3 i decimi di scarto sull’austriaca Cornelia Huetter che trova la giornata giusta per riportare l’Austria sul podio della velocità.

Ma i tifosi che hanno preso d’assalto il parterre di Cortina possono sventolare il Tricolore perché Marta Bassino con una prova favolosa è riuscita a cogliere il terzo posto a 47/100 dal miglior tempo.  L’Azzurra non ha sbagliato nulla affidandosi alla sua precisione tecnica per disegnare linee ideali. Rispetto a Mowinckel ha osato meno dopo lo Scarpadon, ma in quel punto la norvegese si è inventata una linea altissima che non si immaginava potesse pagare tanto.

La differenza con Huetter sta soltanto nella capacità di tenere giù piatto lo sci nei tratti di pura scorrevolezza.
Fuori dai premi anche Lara Gut-Behrami (quarta) e Mikaela Shiffrin (settima), mentre le altre due nostre prime donne della velocità non sono riuscite a cogliere in pieno il senso delle linee del tracciato, pur mantenendosi nelle posizioni di vertice: sesta Elena Curtoni a +0,56, dietro a Miradoli, 11esima Federica Brignone che sbaglia l’ultima curva quando viaggiava sui tempi di Marta.

Più in dietro le altre Azzurre, con il 18esimo posto di Karoline Pichler. Melesi e Nicol Delago perdono +2″12, Pirovano +2″33, out Nadia Delago

Rimane il dubbio su cosa avrebbe potuto combinare oggi Sofia Goggia, ma per precauzione la commissione medica, ha consigliato all’Azzurra di rimanere in hotel con un pensiero ai Mondiali, considerando anche un risentimento al ginocchio saltato fuori dopo l’uscita di ieri nella seconda discesa.

Per Mowinckel si tratta della terza vittoria in Coppa del Mondo, la seconda in superG

In aggiornamento

La Classifica

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment