Gare

Criterium Cuccioli, la seconda giornata della kermesse di Vipiteno

Criterium Cuccioli, la seconda giornata della kermesse di Vipiteno
Nella seconda giornata del Criterium Nazionale Cuccioli disputata ieri 13 marzo nelle aree sciistiche Monte Cavallo e Racines-Giovo, si sono messi in luce gli altoatesini. Il Comitato Alto Adige è stato infatti premiato come miglior Comitato Regionale.

Se sabato il meteo aveva messo i bastoni tra le ruote dello skicross under 11, nella giornata di domenica non avrebbe potuto essere più bello. Nel cielo dell’Alta Val d’Isarco non c’era nemmeno una nuvola e il vento temuto si è manifestato soltanto come una leggera brezza.

Nello skicross under 12 è arrivata subito una vittoria insperata da parte di un’atleta di casa. Carmen Gschliesser, tesserata con l’ASV Racines, una delle associazioni ospitanti.

Con il tempo di 1’06”33 ha dato un distacco di poco superiore al secondo e mezzo alla seconda classificata, Alyssa Borroni dell’SC Crammont Mont Blanc (che ha bissato l’argento vinto il giorno prima nello slalom).

Anche al terzo posto si è classificata una giovane altoatesina: Isabel Wisthaler dell’ASV Taisten ha ottenuto la medaglia di bronzo.

Nella gara maschile dello skicross under 12 si è imposto un ragazzo della Val Sarentino. A lungo era sembrato che potesse trionfare il trentino Riccardo Vender dell’SC Anaune, ma l’atleta con il pettorale 104, Michael Thaler dell’ASC Sarntal, lo ha superato migliorandone il tempo di più di mezzo secondo: Vender si è classificato secondo a +0”55.

Il terzo classificato ha potuto festeggiare la seconda medaglia al Critierium Nazionale Cuccioli: Giovanni Ceccarelli ha vinto il bronzo nello skicross il giorno dopo essersi imposto nello slalom under 12.

Contemporaneamente alla gara di skicross under 12 nell’area sciistica Racines-Giovo, a Monte Cavallo, si è svolto lo slalom under 11.

Tra i ragazzi ha trionfato Samuel Prantl dell’AS Merano. Nella prima e unica manche disputata, ha tagliato il traguardo con 29 centesimi di vantaggio sul trentino Filippo Farina dello Ski Team Fassa. Sul terzo gradino del podio è salito Luca Davare dell’SC Arabba.

Nella gara femminile è salita sul gradino più lato del podio Astrid Neve Polotti. La giovane sciatrice dell’SC Bormio ha dato 40 centesimi di secondo di distacco alla sua prima avversaria, Angelica Platinetti (SC Bardonecchia) che ha segnato il secondo miglior tempo. Terza Hannah Mahlknecht dell’ASC Castelrotto.

Subito dopo lo slalom a Monte Cavallo, le sciatrici e gli sciatori under 11 si sono diretti a Racines-Giovo, dove hanno disputato la gara di skicross rinviata il giorno prima.

Letizia Sophie Wenter Heiss dell‘ASC Sarentino è stata la più veloce sulla pista di skicross accorciata. E ci è riuscita con il minimo vantaggio possibile, precedendo di un solo centesimo di secondo Bianca Manenti (Sport Campiglio).

La terza classificata Carolina Di Pascale dell‘SC Bardonecchia ha subito un distacco di 0“55 da Wenter Heiss.

Nello skicross under 11 maschile i distacchi non sono stati così ravvicinati. Come nella giornata precedente, anche in questa occasione la famiglia Ceccarelli ha dimostrato di poter dire la sua anche nel futuro dello sci italiano. Il vincitore Yuri Colturi è infatti il figlio della campionessa olimpica di super-G Daniela Ceccarelli. Il ragazzo del Golden Team Ceccarelli è stato 0“56 più veloce di Emanuele Croce dell‘SC Lancia. Al terzo posto si è classificato Pietro Desogus dell‘SC Borgata Sestriere.

Skicross U12 a Racines-Giovo, classifica femminile:
1. Carmen Gschliesser (ASV Ratschings) 1’06”33
2. Alyssa Borroni (SC Crammont Mont Blanc) +1”41
3. Isabel Wisthaler (ASV Taisten) +2”05
4. Benedetta Sardi (S. Viglio di Marebbe) +2”26
5. Marta Valzer (SC Bormio) +2”66

Skicross U12 a Racines-Giovo, classifica maschile:
1. Michael Thaler (ASC Sarntal) 1’06”93
2. Riccardo Vender (SC Anaune) +0”55
3. Giovanni Ceccarelli (Golden Team Ceccarelli) +0”66
4. Samuele Malucelli (WSV Brixen) +0”79
5. Tommaso Zanardi (SC 18) +0”83

Slalom U11 a Monte Cavallo, classifica femminile:
1. Astrid Neve Polotti (SC Bormio) 43”80
2. Angelica Platinetti (SC Bardonecchia) +0”40
3. Hannah Mahlknecht (ASC Kastelruth) +0”56
4. Rebecca Borri (Chamole) +0”92
5. Letizia Callea (SC 70) +1”35

Slalom U11 a Monte Cavallo, classifica maschile:
1. Samuel Prantl (AS Meran) 45”81
2. Filippo Farina (Ski Team Fassa) +0”29
3. Luca Davare (SC Arabba) +0”37
4. Giulio Romele (Val Palot) +0”82
5. Leonardo De Ascentis (CS Madesimo) +1”23

Skicross U11 a Racines-Giovo, classifica femminile:
1. Letizia Sophie Wenter Heiss (ASC Sarntal) 57”95
2. Bianca Manenti (Sport Campiglio) +0”01
3. Carolina Di Pascale (SC Bardonecchia) +0”55
4. Vicky Insam (SC Gröden) +0”67
5. Hannah Mahlknecht (ASC Kastelruth) +1”00

Skicross U11 a Racines-Giovo, classifica maschile:
1. Yuri Colturi (Golden Team Ceccarelli) 56”79
2. Emanuele Croce (SC Lancia) +0”56
3. Pietro Desogus (SC Borgata Sestriere) +1”17
4. Samuel Prantl (AS Meran) +1”19
5. Marco Bertoldini (SC Lecco) +1”26

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment