Gare

Criterium Nazionale Cuccioli: “vesuviani” e piemontesi su tutti

Si è conclusa ieri sulle nevi di Cortina l’ultima giornata dedicata al Criterium Nazionale Cuccioli con “vesuviani” e piemontesi su tutti.

Bruttina la giornata dal punto di vista meteorologico. Nonostante il maltempo imperversasse anche sulle Dolomiti, il Criterium Nazionale Cuccioli, organizzato dallo Sci Club Cortina, si è però concluso regolarmente.

Tanti i sorrisi per i piccoli atleti delle Alpi occidentali. L’AOC ha infatti conquistato il primo posto nella classifica dei Comitati regionali con 1503 punti. Secondo posto per il Veneto con 917 e terzo per l’Alto Adige con 845.

Doppietta AOC nello Slalom femminile CUCCIOLI 1 del 2010, vinto da Benedetta Rosa Ranieri dello Sci Club Limone in 39”26.  89 i centesimi di vantaggio su Laura Fontana (Valchisone Camillo Passet) che era già arrivata seconda in Gigante. Bravissima anche l’atleta di casa Sofia Maioni (Cortina), terza, staccata di 1”.

In campo maschile ancora primo Niccolò Castri dell’Equipe Beaulard, con il tempo di 33”81. 49 i centesimi di vantaggio su Tommaso Zanardi (Sci Club 18 Cortina) e 77 su Giovanni Ceccarelli dell’omonimo Golden Team.

I CUCCIOLI 2 del 2009 erano invece impegnati in Gigante. La gara maschile è stata vinta da Marco Mancini dello Sci Club Vesuvio in 41”02, con 73/100 di vantaggio su Thomas Madoglio dello Sci Club Sansicario Cesana e con 81/100 su Matteo Peira del Mondolè Ski Team.

Nella gara femminile prima Giada D’Antonio dello Sci Club Vesuvio in 40”34, con un vantaggio di 1”,64 sull’altoatesina Alenah Taschler (Gsiesertal Amateursportverein) e di 2”,13 sulla compagna di squadra Gaia Porzio.


TUTTE LE CLASSIFICHE

classifica_Comitati_Criterium Nazionale Cuccioli_14_03_2021

Gigante_Cuccioli 2_F_Criterium Nazionale_Cortina_14_03_2021

Gigante_Cuccioli 2_M_Criterium Nazionale_Cortina_14_03_2021

Slalom_Cuccioli 1_F_Criterium Nazionale_Cortina_14_03_2021

Slalom_Cuccioli 1_M_Criterium Nazionale_Cortina_14_03_2021


About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.