Gare

Da domani in Paganella i 22° Tricolori CSI di sci alpino

Da domani alla Paganella i 22° Tricolori CSI di sci alpino
Sarà neve tricolore quella che attende ad Andalo (TN) dal 18 al 20 marzo i finalisti del 22° campionato nazionale CSI di sci alpino.

Le Dolomiti del Brenta faranno così da cornice all’atteso appuntamento del Centro Sportivo Italiano. Oggi nella località trentina arriveranno gli slalomisti qualificati per l’epilogo nazionale del campionato di sci arancioblu. Qualcosa come 392 atleti, 152 dei quali ragazze.

Al cancelletto di partenza si presenteranno 37 sci club, rappresentativi di 16 comitati italiani.

Netta la predominanza bergamasca, presente in Trentino con 224 slalomisti e ben 15 sci club orobici. La Lombardia conta anche 29 finalisti del CSI Valcamonica.

Verona ha iscritto invece 27 pretendenti al titolo. In doppia cifra anche Reggio Emilia, Aosta, Udine e Cuneo. Da sottolineare la grande partecipazione giovanile.

La nota più lieta per il CSI è infatti rappresentata dai 245 atleti under 14, pronti a stringere gli attacchi sui tracciati della finale.

È lo stesso presidente nazionale del CSI, Vittorio Bosio a commentare questo dato: «Veniamo da due anni davvero difficili. Tornare a vivere un appuntamento così intenso e socializzante ci fa ben sperare e rappresenta per tutti una vittoria.

Una finale del CSI per tutti questi ragazzi oltre agli slalom e al divertimento in pista è una esperienza di vita significativa.

Che ciascuno riesca a dare il meglio di sé, le classifiche poi conteranno relativamente in questo 2022 che segna la ripartenza di tante nostre discipline sportive».

Da domani, venerdì 18 marzo saranno tre le giornate di gare così come le piste su cui verranno tracciati gli slalom (Traliccio, S. Antonio 2, Selletta) e i trofei in palio.

Il Trofeo Baby riguarderà infatti i 178 piccoli sciatori appartenenti alle categorie Super Baby, Baby e Cuccioli. Slalom Gigante, Slalom Speciale (palo nano) e la divertente Super Gimkana, con curve paraboliche, salti e 360°.

Il gigante di apertura in programma venerdì 18 marzo per tutte le altre 10 categorie vedrà invece distinguere i finalisti in base al risultato cronometrico rispetto al “tempo minimo di qualificazione”.

I migliori al cronometro andranno a concorrere nel Trofeo Runners, dove nelle successive mattinate di sabato e domenica i finalisti saranno ancora impegnati in un gigante e in uno speciale, utili e decisivi per laureare i nuovi campioni nazionali arancioblu.

I “meno veloci” nel gigante di apertura concorreranno ugualmente alla conquista del Trofeo Sleepers, partecipando ad altri due giganti nelle due giornate conclusive del weekend di gare.

Il Trofeo Superteam sancirà invece la migliore società “ciessina” sugli sci, attraverso una speciale classifica compilata, aggregando i punteggi ottenuti dai migliori atleti per squadra in ciascuna prova di finale.

L’attenzione riservata ai più piccoli atleti dal CSI, attraverso la stessa formula farà esultare anche gli sciatori meglio classificati nel Trofeo Youngteam. Si sommano i piazzamenti ottenute tra le porte dai migliori under 16 sulla neve.

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment