Gare

De Fabiani super: è sesto nella sprint TC di Oberstdorf

Sta volando Francesco De Fabiani in questo Tour de Ski che oggi ha celebrato il primo giorno del 2022 con una bellissima Sprint a tecnica classica.

Il valdostano si è conquistato un posto in finale dopo batterie e soprattutto una semifinale combattutissima. Vi è approdato col ripescaggio col terzo miglior tempo ritrovandosi tra i mostri sacri della specialità dell’alternato. Guarda caso con quattro norvegesi e uno svedese: Johannes Klaebo, Paul Goldberg, Erik Valnes,

Evan Northung e lo svedese Halvarsson. Impossibile in questo momento, avere la meglio su questi giganti della specialità. Ma questo Defa è in una forma splendida come dimostrano i risultati delle ultime gare, quinto ieri nella 15 km mass start a tecnica mista maschile conquistata da Klaebo.

Ed è proprio il numero uno ad aggiudicarsi la sprint conquistata con una forza e potenza impressionanti. Valnes ha cercato di resistere facendosi un po’ sotto negli ultimi 100 metri ma era troppo tardi. Podio tutto norvegese con Northung terzo e Goldberg al quarto posto. il 31enne valdostano è stato con loro nella prima metà poi non ha più insistito quando ha visto che gli altri ne avevano più di lui.

Non era riuscito, invece, a essere protagonista Federico Pellegrino  (13esimo) che ha perduto l’occasione nelle batterie per le semifinali. Batteria che non ha preso per questione di centesimi.

Klaebo è smpre più in testa alla classifica del Tour de Ski.

In campo femminile vittoria della russa Natalia Nepryaeva che ha fulminato nel rush finale la svedese Johanna Hagstroem. Più indietro Johanna Matintalo. Bella prestazione di Greta Laurent che conquista la semifinale e finisce terza nella sua batteria. Purtroppo era più lenta dell’altra sfida e non conquista la finale per meno di 2 secondi. De Fabiani super: è

LA CLASSIFICA

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.