Gare

Delago al posto di Schnarf in discesa

Ultima prova prima delle medaglie. Questa volta la migliore Azzurra si chiama Nadia Fanchini, terza dietro a Ramona Siebenhofer (1:40.67) e a Michelle Gisin (+0.20). “La pista è molto bella – dice Nadia al traguardo – è abbastanza semplice, ma non banale, perché presenta dossi e cambi. La neve è molto facile e non permette errori perché si perde moltissimo. E’ necessario trovare il giusto compromesso. Ho sbagliato ancora qualcosa, dove avevo già sbagliato ieri, devo ancora sistemare qualcosa. Comunque sto sciando bene, e speriamo bene per la gara. +0,21 il ritardo accusato dalla bresciana, 4 decimi più veloce di Sofia Goggia che però dice: “Sono solo scesa, a parte i primi due lap nei quali ho tirato. Non c’è nulla da aggiungere a quanto già detto. Aspettiamo la gara”. Federica Brignone ha preferito riposare, mentre Johanna Schnarf  e Nicol Delago sono a poco più di mezzo secondo. Più indietro Marta Bassino che sarà impegnata assieme a Brignone, Goggia e Schnarf in combinata. Nicol invece prenderà parte alla discesa al posto di Johanna. E questa è la notizia più importante della giornata. Era stato  detto a Jojo e a Nicol che per loro la terza prova (non c’è una regola ma tutte le squadre hanno fatto selezione alla seconda prova) ci sarebbe stata selezione. Schnarf era una corda di violimo, soprattutto dopo aver dimostrato in superG di essere stata l’Azzurra migliore, tra l’altro a un soffio dalla medaglia: è scesa in maniera nevrotica, ha saltato due porte rischiando di uscire con non poche conseguenze e ha tagliato il traguardo con 3 centesimi di ritardo su Nicol che ovviamente ha affrontato l’allenamento con il fuoco in corpo, vista l’opportunità data. Cronometro alla mano, la lettura delle prove precedenti ha però detto che l’atleta più in difficoltà è stata Federica Brignone che ha sempre preso sui tre secondi fino a saltare la prova odierna. Se c’è un’atleta da lasciare in camera è Fede e non Johanna o Nicol. Probabilmente Guadagnini ha fatto altri ragionamenti. Proviamo a supporne quattro: 1) Federica è così talentuosa che può vincere tutto in ogni occasione, 2) Largo ai giovani, Nicol deve fare esperienza 3) Meglio Jojo in combinata perché in slalom va meglio di Nicol, quindi togliamo dalla discesa la più “anziana” perché due gare così ravvicinate non è in grado di sostenerle. 4) Ha deciso soltanto il cronometro: le gare sono gare e per entrambe la selezione era una gara. Forse in ballo ci sono altre teorie nascoste dietro al cronometro, di fatto Schnarf che non fa la discesa olimpica lascia abbastanza perplessi, ma certamente i tecnici, che sanno il fatto loro e di certo non sono sprovveduti, avranno fatto i loro calcoli. La stessa Nicol si è detta dispiaciuta per Hanna che e a suo dire avrebbe meritato di correre (questo per sottolineare che non c’è alcuna rivalità interna ma solo amicizia e rispetto).

Qui i risultati ottenuti da emtrambe nele disces di Coppa del mondo di quest’anno:
Lake Louise I: Schnarf 18^ –  Delago 20^
Lake Louise II: Schnarf 27^ – Delago: 20^
Bad Kleinkirc.: Schnarf 24^ –  Delago: out
Cortina I: Schnarf 10^ – Delago: 25^
Cortina II: Schnarf 9° – Delago 17^
Garmisch I: Schnarf 14^ – Delago: 29^
Garmisch II: Schnarf 17^ – Delago: 10^


Qui i punti raccolti in discesa dalla Azzurre in Coppa del mondo:
1a Sofia Goggia 429 punti
15a Nadia fanchini: 144 punti
17a Johanna Schnarf: 111 punti
21a Federica Brignone: 92 punti (ne ha fatte solo 2 ma a Bad è arrivata 2a)
26a Verena Stuffer: 67 punti
27a Nicol Delago: 61 punti


Tornando alla prova di stanotte…
Sulla discesa di Joengseon con Lindsey Vonn che salta una porta, quinta è Mikaela Shiffrin a +034 anche lei con salto di porta. L’americana non correrà comunque in discesa ma sarà impegnata in combinata. Tra i migliori tempi Ragnhild Mowinckel e Lara Gut. Domani il via è previsto per le 03:00 (ora italiana) e un meteo che appare ancora stabile.

Ordine d’arrivo terza prova cronometrata DH femminile PyeongChang:
1 Siebenhofer Ramona AUT 1:40.67
2 Gisin Michelle SUI +0.20
3 Fanchini Nadia ITA +0.21
4 Vonn Lindsey USA +0.29
5 Shiffrin Mikaela USA +0.34
6 Mowinckel Ragnhild NOR +0.35
7 Gut Lara SUI +0.48
8 Delago Nicol ITA +0.55
9 Schnarf Johanna ITA +0.58
10 Haaser Ricarda AUT +0.59
11 Goggia Sofia ITA +0.61
12 Johnson Breezy USA +0.63
13 Flury Jasmine SUI +0.71
14 Venier Stephanie AUT +0.88
15 Haehlen Joana SUI +1.10

34 Bassino Marta ITA +3.24
Brignone Federica ITA DNS

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment