Gare

DH 2 Garmisch: Vonn ancora su Goggia

Il botta e risposta tra Lindsey Vonn e Sofia Goggia non ha fine. Anche oggi ha avuto ragione l’americana per soli 11/100 su Sofia e come ieri la differenza, dopo una gara pressoché parallela, dove l’Azzurra è andata in due tratti su quattro in vantaggio, si è evidenziata nel tratto conclusivo. Non si sa bene cosa abbia fatto di così speciale Lindsey in quei 300 metri, ma sembra chiaro che per qualche metro è riuscita a prende meglio lo schuss finale. Goggia ha disegnato una discesa non perfetta, commettendo diverse imperfezioni ma la sua tattica è stata: meglio essere sempre più veloci che perfettine. E in effetti ha segnato la velocità più elevata di tutte con quei 130 km/h. Da parte sua Vonn è stata invece impeccabile, mai una sbavatura evidente se non per correggere le linee che voleva seguire a tutti i costi. Davvero una sfida avvincente cui ha tentato di infilarsi anche Tina Weirather, un’altra rispetto a ieri, al punto da finire terza a +12/100 da Vonn a un solo centesimno da Sofia. Ci si attendeva una Cornelia Huetter pericolosa e infatti lo è stata per gran parte della gara, sempre lì a pochissimi centesimi dalle prime tre, poi nel tratto centrale ha sbagliato una traiettoria fondamentale che ha pagato parecchio. Terza ieri, lontanissima oggi. Ancora un po’ deludente Viktoria Rebensburg, mentre Venier, Gisin e Mowinckel hanno dimostrato di essere le migliori anti Lindsey-Sofia.
Le altre Azzurre: grande entusiasmo per Nicol Delago che sta evidentemente vivendo questi giorni su un altro pianeta: la sua decima posizione di oggi è la risposta alla convocazione olimpica. Più o meno come ieri, sia Nadia Fanchini che Johanna Schnarf. Verena Stuffer un po’ meglio ma non in maniera sufficiente per finire almeno nelle 15. Più indietro invece Anna Hofer
Sofia Goggia rimane ancora leader di specialità con 23 punti su Lindsey, e 71 su Weirather. Nella generale l’Azzurra sale in quionta posizione: prossimo obiettivo, Petra Vlhova, a 24 punti.

Classifica finale Discesa 2 Garmisch

RANK BIB NAME NAT TIME DIFF
1 7 VONN Lindsey

USA

1:37.92
2 9 GOGGIA Sofia

ITA

1:38.03 +0.11
3 5 WEIRATHER Tina

LIE

1:38.04 +0.12
4 11 VENIER Stephanie

AUT

1:38.29 +0.37
5 13 GISIN Michelle

SUI

1:38.49 +0.57
6 6 MOWINCKEL Ragnhild

NOR

1:38.57 +0.65
7 1 SCHMIDHOFER Nicole

AUT

1:38.79 +0.87
8 2 JOHNSON Breezy

USA

1:38.80 +0.88
9 3 REBENSBURG Viktoria

GER

1:38.89 +0.97
10 22 DELAGO Nicol

ITA

1:38.93 +1.01
11 20 SUTER Corinne

SUI

1:39.09 +1.17
12 18 FANCHINI Nadia

ITA

1:39.27 +1.35
13 16 FLURY Jasmine

SUI

1:39.35 +1.43
14 34 PFISTER Meike

GER

1:39.41 +1.49
15 17 VEITH Anna

AUT

1:39.46 +1.54
16 28 TIPPLER Tamara

AUT

1:39.51 +1.59
17 14 SCHNARF Johanna

ITA

1:39.55 +1.63
18 31 HOERNBLAD Lisa

SWE

1:39.56 +1.64
19 25 WEIDLE Kira

GER

1:39.67 +1.75
20 19 GUT Lara

SUI

1:39.68 +1.76
21 26 WENIG Michaela

GER

1:39.69 +1.77
22 29 NUFER Priska

SUI

1:39.73 +1.81
23 8 ROSS Laurenne

USA

1:39.79 +1.87
24 10 SIEBENHOFER Ramona

AUT

1:39.81 +1.89
25 12 SCHEYER Christine

AUT

1:39.85 +1.93
26 35 ORTLIEB Nina

AUT

1:39.99 +2.07
27 30 STUFFER Verena

ITA

1:40.09 +2.17
28 15 HUETTER Cornelia

AUT

1:40.14 +2.22
29 24 MCKENNIS Alice

USA

1:40.16 +2.24
30 21 GAUTHIER Tiffany

FRA

1:40.27 +2.35
31 33 MERRYWEATHER Alice

USA

1:40.40 +2.48
32 42 DORSCH Patrizia

GER

1:40.82 +2.90
33 27 GAUCHE Laura

FRA

1:41.01 +3.09
34 41 IVARSSON Lin

SWE

1:41.11 +3.19
35 40 RAEDLER Ariane

AUT

1:41.33 +3.41
36 39 COLETTI Alexandra

MON

1:41.81 +3.89
37 32 HOFER Anna

ITA

1:41.93 +4.01
38 23 HAEHLEN Joana

SUI

1:42.84 +4.92
36 PIOT Jennifer

FRA

DNS
38 SOSIO Federica

ITA

DNF
37 BARTHET Anne-Sophie

FRA

DNF
4 COOK Stacey

USA

DNF

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment