Gare

DH Gardena: Franz sgambetto a Svindal

C’era già quasi la bottiglia pronta con Svindal, Nyman e Theaux già in posa per le foto. Ma la Saslong è nota per risultati a sorpresa perché anche atleti meno accreditati con numeri alti riescono a intrufolarsi sul podio. Ma nessuno avrebbe scommesso una lira su Max Frax, anche se si era ben comportato nelle prove. Ma è successo l’imprevedibile, ovvero la discesa perfetta dell’austriaco che non aveva mai vinto prima. Svindal si è tolto il cappello nel leader corner, forse perché era conscio del fatto che vincere dopo aver commesso un errorre molto grave sarebbe stata non tanto un’ingiustizia, ma solo un colpo di fortuna. Tutti sono arrivati davanti a lui dopo il Ciaslat, ma sul finire il norvegese ha rifilato mezzo secondi a tutti. Perché Per un colpo di gienio: per rimanere dentro dopo la curva del lago, si è inventato una traiettoria che ha pagato con un forte ritardo nell’immediato, ma quella linea gli ha consentito di prendere una velocità incredibile per gli ultini 300 metri. Max è arrivato in vantaggio di 35/100 sul norvegese all’ultimo intermedio, bravo poi a difendersi sullo schuss.
Sul terzo gradino del podio l’americano Steven Nyman già tre volte vincitore qui. Smorfia di disappunto invece per Adrien Theaux che con l’arrivo di Franz è scivolato giù dal podio, concludendo dunque al quarto posto, appena davanti al canadese Erik Guay, già terzo ieri nel superG, al norvegese Kilde e a Ganong settimo.  Male Jansrud, solo dodicesimo
Il primo degli Azzurri si è rivelato Christof Innerhofer tredicesimo a + 83/100 da Svindal. Non una bella giornata, dunque, per noi con Fill e Paris quasi irriconoscibili rispetto alle loro velleità di podio e a ciò che sono in grado di fare. Male nche gli svizzeri. Il campione del mondo Patrick Kueng è indicesimo, migliore dei suoi.

Ranking

RANK BIB NAME NAT TIME DIFF
1 26 FRANZ Max

AUT

1:56.60
2 5 SVINDAL Aksel Lund

NOR

1:56.64 +0.04
3 15 NYMAN Steven

USA

1:57.01 +0.41
4 13 THEAUX Adrien

FRA

1:57.04 +0.44
5 18 GUAY Erik

CAN

1:57.16 +0.56
6 10 KILDE Aleksander Aamodt

NOR

1:57.21 +0.61
7 6 GANONG Travis

USA

1:57.22 +0.62
8 54 BENNETT Bryce

USA

1:57.23 +0.63
9 56 MANI Nils

SUI

1:57.25 +0.65
10 17 FAYED Guillermo

FRA

1:57.33 +0.73
11 12 BAUMANN Romed

AUT

1:57.34 +0.74
12 7 JANSRUD Kjetil

NOR

1:57.35 +0.75
13 8 INNERHOFER Christof

ITA

1:57.37 +0.77
14 4 KUENG Patrick

SUI

1:57.47 +0.87
14 3 FEUZ Beat

SUI

1:57.47 +0.87
16 23 KROELL Klaus

AUT

1:57.48 +0.88
17 28 OSBORNE-PARADIS Manuel

CAN

1:57.53 +0.93
17 19 REICHELT Hannes

AUT

1:57.53 +0.93
17 14 MAYER Matthias

AUT

1:57.53 +0.93
20 1 JANKA Carlo

SUI

1:57.66 +1.06
21 16 CLAREY Johan

FRA

1:57.78 +1.18
22 9 FILL Peter

ITA

1:57.83 +1.23
23 31 ROGER Brice

FRA

1:57.85 +1.25
24 36 RAFFORT Nicolas

FRA

1:57.89 +1.29
25 11 PARIS Dominik

ITA

1:57.91 +1.31
26 52 DRESSEN Thomas

GER

1:57.99 +1.39
27 29 KRIECHMAYR Vincent

AUT

1:58.00 +1.40
28 42 CAVIEZEL Mauro

SUI

1:58.08 +1.48
29 53 GOLDBERG Jared

USA

1:58.09 +1.49
30 24 CASSE Mattia

ITA

1:58.17 +1.57
31 32 FERSTL Josef

GER

1:58.27 +1.67
32 58 HEEL Werner

ITA

1:58.32 +1.72
33 21 SANDER Andreas

GER

1:58.34 +1.74
34 30 WEIBRECHT Andrew

USA

1:58.38 +1.78
35 44 HINTERMANN Niels

SUI

1:58.40 +1.80
36 37 WALDER Christian

AUT

1:58.43 +1.83
37 33 BUZZI Emanuele

ITA

1:58.44 +1.84
38 2 GIRAUD MOINE Valentin

FRA

1:58.51 +1.91
39 27 GIEZENDANNER Blaise

FRA

1:58.63 +2.03
39 20 KLINE Bostjan

SLO

1:58.63 +2.03
41 45 KRYENBUEHL Urs

SUI

1:58.70 +2.10
42 40 SPORN Andrej

SLO

1:58.72 +2.12
43 50 BIESEMEYER Thomas

USA

1:58.73 +2.13
44 35 BERTHOLD Frederic

AUT

1:58.79 +2.19
45 46 MUZATON Maxence

FRA

1:58.90 +2.30
46 25 POISSON David

FRA

1:58.92 +2.32
47 57 VON APPEN Henrik

CHI

1:58.95 +2.35
48 34 WEBER Ralph

SUI

1:59.12 +2.52
49 22 STRIEDINGER Otmar

AUT

1:59.18 +2.58
50 59 BATTILANI Henri

ITA

1:59.26 +2.66
51 43 KOSI Klemen

SLO

1:59.42 +2.82
52 47 PERKO Rok

SLO

1:59.82 +3.22
53 41 PUCHNER Joachim

AUT

2:00.05 +3.45
54 51 ROMAR Andreas

FIN

2:00.17 +3.57
55 49 PANGRAZZI Paolo

ITA

2:00.35 +3.75
56 38 FRISCH Jeffrey

CAN

2:00.96 +4.36
57 55 WERRY Tyler

CAN

2:00.99 +4.39
58 60 FAARUP Christoffer

DEN

2:01.00 +4.40
59 63 BABICKI Pawel

POL

2:02.46 +5.86
62 COOK Dustin

CAN

DNS
39 BRANDNER Klaus

GER

DNS
64 ACHIRILOAIE Ioan Valeriu

ROU

DNF
61 KOECK Niklas

AUT

DNF
48 SEJERSTED Adrian Smiseth

NOR

DNF

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment