Gare

DH Gardena: prima prova, primi assaggi

Travis Ganong ha realizzato il miglior tempo nella prima prova cronometrata in vista della discesa maschile sul Saslong, in Val Gardena. Il trentenne statunitense, sceso con il pettorale numero 31, ha preceduto la concorrenza con un largo margine, grazie all’1’57″69 che nessun altro atleta è riuscito ad avvicinare. Al secondo posto si è piazzato Max Franz a 68 centesimi, terzo l’altro statunitense Bryce Bennett a 72 centesimi. Buon quarto posto di Christof Innerhofer: il finanziere di Gais ha accumulato 73 centesimi, mostrando subito una buona familiarità con l’impegnativo tracciato gardenese. Positivo anche il diciassettesimo tempo di Werner Heel a 1″69, seguito da Matteo Marsaglia ventiduesimo a 1″89, Mattia Casse 38simo  2″60, Dominik Paris 54simo a 3″41, Emanuele Buzzi 58simo a 3″90 e Federico Simoni 63simo a 4″49. Non sono partiti Alexander Prast, Florian Schieder e Davide Cazzaniga, tutti impegnati oggi nel supergigante di Coppa Europa a St. Moritz. Giovedì 13 dicembre è previsto il secondo allenamento ufficiale alle ore 11.45, la discesa è in programma sabato 15 dicembre, preceduta dal supergigante di venerdì 14 dicembre.  Peter Fill ha rinunciato alla gara. Forse prenderà parte al superG.

Ordine d’arrivo 1a prova DH maschile Val gardena (Ita):
1. Travis Ganong (Usa) 1’57″69
2. Max Franz (Aut) +0″68
3. Bryce Bennett (Usa) +0″72
4. Christof Innerhofer (Ita) +0″73
5. Thomas Biesemeyer (Usa) +0″78
6. Hannes Reichelt (Aut) +0″81
7. Kjetil Jansrud (Nor) +1″02
8. Otmar Striedinger (Aut) +1″14
8. Aleksander Kilde (Nor) +1″14
10. Steven Nyman (Usa) +1″16

17. Werner Heel (Ita) +1″69
22. Matteo Marsaglia (Ita) +1″89
38. Mattia Casse (Ita) +2″60
54. Dominik Paris (Ita) +3″41
58. Emanuele Buzzi (Ita) +3″90
63. Federico Simoni (Ita) +4″49
Alexander Prast (Ita) non partito
Florian Schieder (Ita) non partito
Davide Cazzaniga (Ita) non partito

About the author

Marco Di Marco

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.