Gare

Dh Gardena: Stuhec torna nel giorno di Nicol

14 centesimi bruciano tanto ma poi quando ti accorgi che dinnanzi a te c’e Ilka Stuhec tutto rientra e puoi saltare di gioia per il primo podio della carriera ottenuto sulla pista che vedi dal balcone di casa. Nicol Delago (nella foto assieme ad Angelo Dalpez, vice presidente Fisi) non ha tradito le attese. Era la prima anche per la Saslong vestita di rosa. Non una discesa spettacolare, non per chi sa tirare curve a cento all’ora ma si è voluto non rischiare più di tanto, d’altra parte si correva siu una discesa da sempre delegata agli uomini. Con la partenza fissata sotto a quella del supeG maschile, Ilka Stuhec ha trovato le consdizioni migliori per trovare il massimo feeling con le sue innate capacità di far scorrere veloci gli sci. Come Nicol che ha pennellato. 14 centesimi non sono niente e una vittoria l’avrebbe regalato un sogno che però, per come sta sciando quest’anno, non tarderà ad arrivare. Quinta  a Lake Louise, seconda oggi, e un ‘età che lascia tanti sorrisi: 22 anni! Ci ha quasi fatto dimenticare dell’assenza di Sofia Goggia. Quando l’oro olimpico tornerà in pista sarà bello vederle all’opera in coppia. Al terzo posto l’austriaca Ramona Siebenhofer staccata di 51/100 da Ilka, mentre è ben più staccata la svizzera Flury, 4a a + 87/100. Seconda Azzurra Francesca marsaglia che ha chiuso con un gap di 1″40 pur commettendo qualche errore di linea. Poi Elena Curtoni a +1″61 e Nadia Fanchini a +1″93, appena dietro a Ester Ledecka dalla quale ci si attendeva di più dopo le belle prove di ieri. Poi Anna Hofer a +2″39.